Sabato 9 maggio un pomeriggio da “paura” ci aspetta al Crazy Comics

Sabato 9 maggio un pomeriggio da “paura” ci aspetta al Crazy Comics
Sabato 9 maggio un pomeriggio da "paura" ci aspetta al Crazy Comics.

Comunicato Stampa

Sabato 9 maggio un pomeriggio da “paura” ci aspetta al Crazy Comics. L’associazione ComicArte Varese, attivissima Paola_Barbatonella diffusione della cultura del fumetto, specie italiano, ospiterà infatti la nota scrittrice , una delle più apprezzate sceneggiatrici di Dylan Dog, l’indagatore dell’incubo per eccellenza.

Dalle ore 15 l’autrice sarà a disposizione degli appassionati per rispondere alle domande e autografare gli albi dell’eroe Bonelli.

È fondamentale, nella cultura del fumetto, potersi avvicinare ai creatori di queste opere” dichiara Cristina Piazza, titolare di Crazy Comics “Tanto più che Dylan Dog fa ormai parte della cultura italiana e posso affermare, senza tema di smentita, che tutti hanno tenuto in mano un suo albo almeno una volta nella vita!” “Un’autrice come la Barbato” continua Lara Bartoli, presidente di ComicArte Varese “Dimostra che la nona arte non ha davvero niente da invidiare alla letteratura né al cinema”

Paola Barbato: Nasce a Milano il 18 giugno 1971, ma vive a Verona con il compagno e le figlie Virginia, Ginevra e Melania. Dopo mille lavori diversi, approda alla scrittura con una raccolta di racconti, mai pubblicati, che però suscitano la curiosità del curatore editoriale di Dylan Dog, Mauro Marcheselli, che la invita a cimentarsi con un soggetto dell’Indagatore dell’Incubo. L’esordio nel mondo orrorifico di Dylan Dog avviene nel 1998 con l’albetto allegato allo Speciale n. 12, “La preda umana”, dal titolo “Il cavaliere di sventura”. Sulla serie regolare di Dylan Dog, il suo debutto è dell’anno successivo con “Il sonno della ragione”, a cui fanno seguito numerose altre avventure. Per la nostra Casa editrice, collabora anche alle serie “Romanzi a Fumetti” e “Le Storie”. Il suo esordio in libreria, invece, avviene nel 2006 con il thriller “Bilico”, seguito nel 2008 da “Mani nude” e nel 2010 da “Il filo rosso”. Nel 2008 scrive il soggetto e collabora alla sceneggiatura di una fiction per Sky, “Nel nome del male”. Ha scritto anche per il cinema e per il teatro.

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su