Parliamo di:

Deadpool 2: nuovi dettagli su tragica morte stunt

Indagini preliminari forniscono nuove informazioni sul tragico incidente sul set di Deadpool 2, costato la vita a una controfigura.

A qualche giorno dal tragico incidente costato la vita alla stuntowman Joi “SJ” Harris durante la lavorazione di a Vancouver, emergono nuovi dettagli in merito resi noti da Deadline, che cita indagini preliminari sull’accaduto.

Secondo quanto riportato dal sito, le prime investigazioni hanno suggerito che la sequenza che ha portato alla morte della Harris non sarebbe stata così difficile, e che il decesso della donna potrebbe essere il risultato di un incidente a bassa velocità.

Secondo un rapporto del Occupational Safety and Health Administration datato 15 agosto, la Harris aveva provato una scena che prevedeva l’uscita di una motocicletta dall’ingresso di un edificio, e durante la prima sequenza girata la stuntwoman avrebbe continuato a guidare oltre il punto di arresto previsto, colpendo il marciapiede in calcestruzzo e sbalzando la donna dalla moto spingendola attraverso la finestra a vetri di un edificio.

Deadline aggiunge che l’incidente è avvenuto dopo che la Harris aveva completato sei sequenze della pellicola prodotta dalla 20th Century Fox. Considerata una esperta motociclista, alcune indiscrezioni non confermate indicano però che la donna, alla sua prima esperienza come stunt in un film, non fosse qualificata per il lavoro, e che sia stata assunta solo perchè di colore e quindi adatta a fare da controfigura all’attrice che interpreta Domino. Queste indiscrezioni  sono state successivamente smentite da una fonte, citata dal sito.

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inizio