Alessio Fioriniello immagina “Lo Spazio Bianco”

Alessio Fioriniello immagina “Lo Spazio Bianco”
Cos'è “lo spazio bianco”? Com'è possibile riempirlo? La risposta a queste domande è affidata in questa puntata al fumettista e illustratore Alessio Fioriniello.

Quale concetto migliore per esaltare l’inventiva di un artista? Quale tema più liberamente interpretabile dello spazio bianco può esistere, a parte forse il suo opposto, l’oscurità?

Per questo abbiamo dato vita a uno spazio dove gli autori possano dare forma alle proprie idee e interpretazioni e, allo stesso tempo, a una piccola celebrazione del nostro sito, che intorno al concetto di “spazio bianco” è nato e che vedeva nel contorno vuoto delle vignette un non-luogo “dove i fumetti sono tutti uguali”.

Ospite speciale di questa puntata è Alessio Fioriniello con la sua  illustrazione “Oltre l’abisso”. Buona visione.

Oltre l’abisso

Lo “Spazio Bianco” è quello stato mentale di profonda concentrazione e illuminazione, dove tutto sembra scorrere senza sforzo, oltre la profondità dell’abisso, una boccata d’aria per l’anima – Alessio Fioriniello

spaziobianco

Alessio Fioriniello

Nasce a Torino nel 1988, più o meno lo stesso anno in cui inizia a disegnare. Frequenta il liceo artistico e inseguito si specializza come tecnico per il cinema d’animazione. Qualche anno più tardi si iscrive alla Scuola Internazionale di Comics di Torino.
Nel 2018 inizia avere le prime esperienze nel fumetto, disegna per Wilder due episodi della serie “One Hit Wonder“. Nel 2019 disegna “Ci scusiamo per il disagio – in viaggio con Alberto Pagnotta” di Chiara Menichetti e sceneggiato da Mariano Rose (per Manfont).
Da un paio di mesi è uscito con Paris Fashion Slam, scritto da Marco Russo, edito da Panini Comics.

CONTATTI
INSTAGRAM
FACEBOOK

iosmall

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su