Parliamo di:

SM50: Spider-Man Tangled Web #13 – Double Shots

SM50: Spider-Man Tangled Web #13 - Double Shots
Giuseppe Balestra accende le luci su una piccola storia di Spider-Man, anche questa, a suo modo, significativa nel percorso cinquantennale del Tessiragnatele
Articolo aggiornato il 11/10/2017

SM50: Spider-Man Tangled Web #13 - Double Shots

SM50: Spider-Man Tangled Web #13 - Double Shots

SM50: Spider-Man Tangled Web #13 - Double Shots – Double Shots, conosciuta in Italia come Spider-Man – Un Altro Giro, è una one-shot story sceneggiata nel 2002 da Ron Zimmerman, con illustrazioni di  e colori di Steve Buccellato. Non si tratta certamente della miglior storia da consigliare a chi si avvicina a Spider-Man da neofita. Non è certamente una delle più belle ne delle più rilevanti trame nella storyline generale dell’ “Amichevole Ragno di Quartiere”, ma rimane tuttavia un esperimento interessante, poichè il Ragno non ne è il protagonista, ma l’ Antagonista!
SM50: Spider-Man Tangled Web #13 - Double ShotsLa trama prende infatti piede in un piccolo localino sperduto nei sobborghi di New York, un bar dalla clientela particolare, luogo di ritrovo di criminali e malviventi in costume.
Qui, ad un tavolino in un angolo buio, siedono Adrian Toomes, alias Avvoltoio (Vulture), e Alyosha Kravinoff, figlio illecito del più noto Kraven il Cacciatore. I due non potrebbero essere più dissimili: il primo un vecchio rachitico, brutto, calvo e fondamentalmente stupido, l’ altro un giovane alto e aitante, forte, bello, attraente ed intelligente; eppure qualcosa li accomuna: l’ Odio per Spider-Man. Parlano della loro routine quotidiana, dei pro ed i contro dell’ essere criminali, parlano del loro comune nemico.
Concordano nel ritenere assolutamente insopportabile la continua parlantina del Ragno, una delle sua caratteristiche primarie, i suoi continui sbeffeggiamenti, il fatto che la lotta vera e propria non si svolga sul piano fisico bensì sul piano psicologico.
SM50: Spider-Man Tangled Web #13 - Double Shots