Rachele Aragno immagina “Lo Spazio Bianco”

Rachele Aragno immagina “Lo Spazio Bianco”
Cos’è “lo spazio bianco”? Com'è possibile riempirlo? La risposta a queste domande è affidata in questa puntata a Rachele Aragno.

Quale concetto migliore per esaltare l’inventiva di un artista? Quale tema più liberamente interpretabile dello spazio bianco può esistere, a parte forse il suo opposto, l’oscurità?

Per questo abbiamo dato vita a uno spazio dove gli autori possano dare forma alle proprie idee e interpretazioni e, allo stesso tempo, a una piccola celebrazione del nostro sito, che intorno al concetto di “spazio bianco” è nato e che vedeva nel contorno vuoto delle vignette un non-luogo “dove i fumetti sono tutti uguali”.

Ospite di questa puntata è Rachele Aragno con la sua illustrazione, realizzata a acquerello e china su carta, “Lucciole”. Buona visione.

Lucciole

Aragno_Immagina lo spazio bianco

Rachele Aragno

Nasce nel 1982 ed ha iniziato subito a disegnare progettando di diventare fumettista. Cosi, finito il liceo linguistico, si iscrive alla Scuola Internazionale di Comics di Roma diplomandomi in fumetto estero. La gavetta è durata diversi anni, durante i quali ha lavorato con svariate case editrici indie americane tra cui la Red Anvil Comics con cui pubblica il progetto chiamato Owlgirls: un fiumetto cartaceo, dai tratti noir. Nello stesso periodo collabora con l’Organizzazione Mondiale della Sanità per un opuscolo sulla depressione e partecipa alla mostra collettiva “Rudy Valentino a Matera“. Al momento crea illustrazioni su commissione e lavora alla sua prima graphic novel per Bao publishing.

CONTATTI
EMAIL: rachele.aragno@gmail.com
INSTAGRAM: rachelearagno82
FB (pagina artistica): https://www.facebook.com/theartofRacheleAragno/

30265321_1669829823109812_2451818759942307840_n_Immagina lo spazio bianco
Rachele e Bistecca
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su