Mister No in edicola con La Gazzetta dello Sport

Mister No in edicola con La Gazzetta dello Sport
La Gazzetta dello Sport presenta Mister No: dal 29 ottobre in edicola un’edizione cronologica a colori con le copertine originali della serie.

Comunicato stampa

MISTER_NO_AdvDopo il grande successo delle collane come Tex 70 anni di un mito, Viaggio nell’Incubo Zagor Lo Spirito con la ScureLa Gazzetta dello Sport, in collaborazione con Sergio Bonelli Editore, presenta , la collana cronologica a fumetti per la prima volta in edicola in un’edizione inedita interamente a colori, di grande formato e con le storiche copertine originali firmate da .

Jerry Drake, soprannominato , è un ex pilota militare reduce dalla che, non riuscendo più ad ambientarsi nella società americana, si ritira a Manaus, nel cuore dell’Amazzonia, negli anni 50, deciso a vivere a modo suo. È un personaggio creato nel 1975 da Sergio Bonelli (che si firmava ), le cui prime storie vengono rese graficamente dal pennello di disegnatori quali , , e .

Anticonformista, sbruffone, altruista, coraggioso e particolarmente sensibile al fascino femminile, possiede un piccolo piper da turismo con il quale trasporta passeggeri in qualsiasi città e villaggio del Brasile e dei Paesi vicini, ma soprattutto nel territorio della foresta amazzonica dove vive le sue avventure. 

Mister No è considerato il primo personaggio bonelliano moderno, un antieroe che fin dalle pubblicità dell’epoca, molto anticonvenzionali, veniva definito “un perdigiorno, un dongiovanni, un violento”. Non l’immagine classica dell’eroe puro e senza macchia, ma un uomo come noi e come il suo autore, Nolitta, che in lui riversava esperienze ed emozioni personali.

Una collana di storie diventate un classico del fumetto italiano, in uscita in edicola con La Gazzetta dello Sport da giovedì 29 ottobre con il primo volume, “Mister No”, a soli 4,99, più il prezzo del quotidiano e una stampa in omaggio.
Ogni uscita contiene un’avventura completa e, a partire dal secondo albo, un’introduzione firmata da Fabio Licari.

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna su