Letizia Cadonici immagina “Lo Spazio Bianco”

Letizia Cadonici immagina “Lo Spazio Bianco”
Cos’è “lo spazio bianco”? Com'è possibile riempirlo? La risposta a queste domande è affidata in questa puntata a Letizia Cadonici.

Quale concetto migliore per esaltare l’inventiva di un artista? Quale tema più liberamente interpretabile dello spazio bianco può esistere, a parte forse il suo opposto, l’oscurità?

Per questo abbiamo dato vita a uno spazio dove gli autori possano dare forma alle proprie idee e interpretazioni e, allo stesso tempo, a una piccola celebrazione del nostro sito, che intorno al concetto di “spazio bianco” è nato e che vedeva nel contorno vuoto delle vignette un non-luogo “dove i fumetti sono tutti uguali”.

Ospite di questa puntata è Letizia Cadonici con la sua illustrazione “Il terzo occhio”. Buona visione.

Il terzo occhio

GufoBugs_Immagina lo spazio bianco

Letizia Cadonici

Letizia Cadonici nasce a Roma nel 1991, frequenta la scuola di comics ed esordisce su Kingsport (prima collaborazione con Dario Sicchio ai testi) per il progetto Seasons dello Studio in Rosso. Realizza il riadattamento a fumetti de Il giro di vite per la collana Roberto Recchioni presenta: i Mestri del Mistero edito Star Comics, insieme ad Elisa di Virgilio, Roberta Sacchi (Sakka) e di nuovo Dario Sicchio ai testi. Esordisce in Bugs Comics nello stesso anno su Gangster, realizzando la storia “un contratto per big Tuna” con ai testi Massimiliano Filadoro. Attualmente collabora con Bugs Comics ed è al lavoro sul secondo numero di Kingsport.

33747751_1443699085776893_3198852527793635328_n_Immagina lo spazio bianco

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su