New Mutants: nuove indiscrezioni sullo spin-off mutante

New Mutants: nuove indiscrezioni sullo spin-off mutante
Nuove, dettagliate indiscrezioni sulle riprese aggiuntive e sulle atmosfere della pellicola sui Nuovi Mutanti diretta da Josh Boone

The Tracking Board riporta, citando fonti anonime, alcune indiscrezioni non confermate riguardanti , l’adattamento cinematografico sui mutanti Marvel diretto da , che dovrà affrontare una sessione di riprese aggiuntive, e la cui data è stata spostata all’agosto 2019.

Il sito conferma che il film consegnato da Boone e dal co-autore Knate Lee è di fatto quello che il regista aveva accettato di realizzare, ridimensionando le voci circa “differenze creative” con la Fox. Il sito aggiunge però che fare film di queste dimensioni è un processo complicato che comporta molti compromessi e un numero di svariati “cuochi in cucina”, sottolineando che per la pellicola vi sono state troppe persone che vi hanno messo mano.

Boone e Lee hanno scritto le bozze iniziali della sceneggiatura, ma sono stati sostituiti più volte. Lo studio ha persino assemblato una writer’s room per dividere la sceneggiatura e rimetterla insieme. Quindi, mentre Boone e Lee potrebbero essere alla fine accreditati, fonti citate da The Tracking Board insistono sul fatto che questo film sia stato scritto da un comitato di sceneggiatori.

Secondo queste fonti, ad avere un ruolo nello scrivere lo script sarebbero stati Scott Neustadter e Michael Weber, Josh Zetumer, Chad & Carey Hayes e Seth Grahame-Smith, inoltre ad altre sei persone incaricate di generare idee per il film.

All’inizio, Boone e Lee volevano fare un film horror, ma inizialmente la Fox era restia a questa idea, dato che lo studio non voleva qualcosa del genere. Le fonti dicono che la major ha chiesto un rating PG-13 e ha respinto gli elementi horror del film, come il sangue eccessivo. Alla fine, tutti hanno avuto la stessa idea e hanno iniziato a creare un film YA che sembrasse un incrocio tra Stephen King e John Hughes.
La Fox ha in seguito diffuso un trailer per New Mutants che ha messo in risalto gli elementi spaventosi del film, essenzialmente vendendolo come un film horror,  questo nonostante il fatto che nei suoi primi screening, New Mutants abbia ottenuto lo stesso numero avuto da Deadpool e le riprese aggiuntive siano state ritenute inutili. Tuttavia, a causa di quel trailer ben accolto, il pubblico ora si aspettava un film horror.

A quel punto, la Fox decise che invece di fare tre giorni di riprese aggiuntive necessarie per completare il film YA che tutti avevano inizialmente accettato di fare, bisognava girare una nuova versione del film che era l’horror inizialmente pianificato, ciò che Boone e Lee volevano originariamente fare in primo luogo.

Le fonti dicono che mentre la seconda metà di New Mutants è fondamentalmente bloccata, la prima metà del film ha bisogno di un po’ di lavoro, e che Boone probabilmente aggiungerà un sacco di elementi paurosi che inizialmente non piacevano ai dirigenti della Fox. Lui e Lee potrebbero, secondo quanto affermato da TTB, anche avere migliori possibilità di ottenere ciò che volevano ora di quanto non abbiano fatto durante la fase di sviluppo iniziale. Alla fine, però, gli addetti ai lavori si lamentano della confusione che circonda l’identità nei toni e nelle atmosfere di New Mutants per la mancanza di un forte produttore sul set, dato che il produttore principale Simon Kinberg era spesso impegnato con X-Men: Dark Phoenix.

Il sito aggiunge inoltre altri particolari, tra cui la presenza della Essex Corporation nel film e che l’attore Jon Hamm era inizialmente stato scelto per apparire nel ruolo di Sinistro alla fine di New Mutants. In seguito, la Fox avrebbe cambiato idea e deciso di scegliere l’attore Antonio Banderas nel ruolo di un non meglio specificato villain.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su