L’abisso è ovunque (Donati, Borg)

L’abisso è ovunque (Donati, Borg)
Quattro personaggi, un mondo oscuro e un essere mostruoso che si aggira per un bosco. Una storia tetra sugli abissi dell’uomo, un racconto horror che scava nel profondo dell’animo umano e che prende vita grazie al chiaroscuro fittissimo del Borg.

Un essere mostruoso in fin di vita si aggira per un mondo che non comprende. Un mondo tetro, pieno di violenza, di insicurezza, di dubbi esistenziali e di vuoti. Quelli che logorano Alberto, vedovo senza una ragione di vita, Mattia Preti, artista e assassino, Tommaso e Giulia, fidanzati, in attesa di un figlio e tormentati dagli incubi.
Cinque capitoli legati solo lievemente dalla trama ma profondamente connessi da un senso si terrore, di angoscia e di depressione, racconti che scavano nelle paure dell’uomo, dei suoi dubbi, che interrogano la società moderna, che alimenta questa oscurità con meccanismi malati. La critica sociale di Roberto Donati è grezza e diretta, forse un po’ retorica, la struttura dell’opera non è lineare e non racconta una storia in senso stretto, lasciando il lettore confuso. Ma è proprio questa confusione e questo sconforto che i due autori cercano, questa discesa nell’incubo che si conclude solo con la fine ultima, in una sorta di macabra riconnessione con l’universo.
Questa indagine permette a Gianluca Borgogni, in arte il Borg, di dar libero sfogo alla sua fantasia truce e al suo talento tecnico: grazie ad un tratteggio finissimo che richiama le opere di Thomas Ott e una maniacale cura del dettaglio, di stampo iperrealista e fortemente influenzato da maestri come Richard Corben, il Borg dà vita a incubi lovercraftiani, a orrori bakeriani, a mostruosità abissali ispirate al cinema horror e sci-fi (da Alien a Hellraiser). Un fumetto disturbante, un horror esplicito impreziosito da disegni di grande impatto.

Abbiamo parlato di:
L’abisso è ovunque
Roberto Donati, Gianluca “il Borg” Borgogni
Weird Book, febbraio 2018
112 pagine, brossurato, bianco e nero – 14,90€
ISBN: 9788899507947

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su