BGeek Countdown: mostre, incontri e proiezioni in attesa del festival barese

BGeek Countdown: mostre, incontri e proiezioni in attesa del festival barese
Ai nastri di partenza BGeek, il festival dell'immaginazione di Bari, che nell'attesa della due giorni di sabato 1 e domenica 2 giugno lancia il suo inteso cartellone di mostre, incontri e proiezioni che coinvolgeranno alcuni punti nevralgici del capoluogo pugliese.

Comunicato stampa

Dal 24 MAGGIO 2019
BGEEK COUNTDOWN
Partono le mostre, gli incontri e le proiezioni in attesa di

Ai nastri di partenza BGeekil festival dell’immaginazione di Bari, che nell’attesa della due giorni di sabato 1 e domenica 2 giugno lancia il suo inteso cartellone di mostre, incontri e proiezioni che coinvolgeranno alcuni punti nevralgici del capoluogo pugliese. BGeek Countdown raccoglie infatti un intenso programma di iniziative che si svolgeranno fra il Museo Civico, il Cineporto alla Fiera del Levante, il FabLab Poliba e Spine Bookstore. Punta di diamante del cartellone sarà l’inaugurazione di sabato 25 maggio della straordinaria mostra di Dave McKean, uno dei più grandi autori di fumetti della nostra generazione, le cui opere saranno esposte al Museo Civico di Bari fino al 30 giugno. I pezzi della mostra, intitolata “Oltre il portale dell’immaginazione“, saranno 75 e verranno divisi in quattro sezioni, comprendenti i romanzi grafici realizzati singolarmente, quelli prodotti in collaborazione con Neil Gaiman e Grant Morrison, le illustrazioni e i cortometraggi. I cultori della nona arte avranno inoltre la possibilità di incontrare il maestro venerdì 31 maggio alle ore 11.00, sempre al Museo Civico, per una riflessione sul rapporto fra creatività e immaginazione.

La giornata del 31 maggio proseguirà alle ore 16.00 con la consegna dei Premi Barone di Munchhausen ai paladini dell’immaginazione, un riconoscimento alla capacità immaginifica di grandi artisti partecipanti alla manifestazione. Per quest’anno i premi saranno assegnati a Dave McKean, Alessandro Rak e Alessandro Bilotta, mentre a Tony Grisoni e Asif Kapadia riceveranno delle targhe per la loro attività di caratura internazionale. Per le prossime edizioni saranno inoltre gli stessi premiati a selezionare i nuovi vincitori e ad occuparsi delle iniziative per far crescere i giovani autori nel campo delle arti.
Il viaggio nella creatività proseguirà la sera del 31 maggio alle ore 20.00 al Cineporto di Bari, con un talk che avrà come protagonista Tony Grisoni. L’incontro sarà moderato dal direttore artistico di BGeek Leonardo Rizzi e dal giornalista Michele Casella, che dialogheranno con l’autore sul tema dell’immaginazione, sulle infinite potenzialità della crossmedialità e sui modelli di interazione creativa che l’hanno visto protagonista soprattutto nel cinema e nella letteratura. Seguirà la proiezione del film “Paura e delirio a Las Vegas”, nel quale Grisoni è stato fondamentale collaboratore del regista statunitense Terry Gilliam, al fianco del quale ha lavorato anche per la realizzazione di “Tideland – Il mondo capovolto”, “I fratelli Grimm e l’incantevole strega” e “L’uomo che uccise Don Chisciotte”.

Fra gli altri protagonisti dell’edizione 2019 di BGeek c’è senza dubbio Asif Kapadia, sceneggiatore e produttore premiato al festival di Cannes già col suo esordio per il corto “The sheep thief”. Il suo primo lungometraggio “The warrior”, girato in India, ha vinto il Premio Alexander Korda per il miglior film britannico e il Premio Carl Foreman per il miglior esordiente ai BAFTA 2003. Proprio “The warrior” sarà proiettato giovedì 30 maggio alle ore 10.30 al Cineporto di Bari, luogo dove alle 12 si Kapadia terrà la masterclass dal titolo “Fare film senza perdere il senso dell’umorismo“.

Asif Kapadia, dopo aver vinto ai BAFTA il premio come miglior documentario e miglior montaggio per “Senna”, dedicato alla leggenda brasiliana della Formula Uno, ha diretto il documentario “Amy” sulla vita della cantante inglese Amy Winehouse. Proprio questa sua opera sarà proiettata al Cineporto alle ore 21.00, ma la visione sarà anticipata da una conversazione di Kapadia col regista Alessandro Piva e col coordinatore del programma Puglia Sounds Cesare Veronico. Il talk sarà l’occasione per parlare non solo del documentario sulla Winehouse – che ha vinto l’Oscar nel 2016 – ma anche del lavoro fatto da Kapadia per due episodi della serie “Mindhunter” prodotta da David Fincher e del recente documentario “Diego Maradona” dedicato al controverso calciatore argentino e presentato fuori concorso al Festival di Cannes 2019.

Il ricchissimo calendario delle mostre di BGeek parte inoltre in fase countdown da venerdì 24 maggio con l’inaugurazione di quattro eccezionali esposizioni presso Spine Bookstore. Con il titolo “L’anello di congiunzione tra la vita e la morte” Michael Rocchetti – meglio noto per Gli Scarabocchi di Maicol & Mirco – arriva a Bari per la sua mostra il 24 maggio. Nella stessa giornata realizzerà anche la presentazione di “ARGH”, la prima raccolta della sua opera omnia, mentre il 25 maggio sempre a Spine si terranno la lettura e il laboratorio per “Palla rossa e palla blu rotolano ancora”, la raccolta di storie di due personaggi particolarmente amati dai bambini. Fra le opere, che resteranno a Bari fino al 13 giugno sotto il titolo “Neromantique”, ci sono quelle di Alessio Fortunato, autore già in forza alla Star Comics nello staff regolare di Lazarus Ledd per poi diventare parte del team di disegnatori della serie John Doe. Attualmente è fra i disegnatori di Dampyr, per la Sergio Bonelli Editore e insegna regia nel fumetto presso la scuola di fumetto pugliese “Grafite – Bari-Taranto-Lecce”. Si intitola invece “Misteri e visioni” la mostra di Sebastiano Vilella, autore prolifico fin dai primi anni ottanta con i suoi lavori per Reporter, Tempi Supplementari, Frigidaire, l’Intrepido e Blue. le sue opere sono state pubblicate, fra gli altri, da Rizzoli/Lizard, Black Velvet, NPE, Coconino e nel 2018 ha pubblicato “Spasmox – Torbido” nella collana Weird Comics della casa editrice Weirdbook. Sempre il 24 maggio si inaugura anche la mostra di Maurizio Lacavalla, già al lavoro con i disegni per il volume “Hotel Massilia” scritto da Emidio Clementi. Nel 2017 ha ricevuto una nomination come “Miglior storia breve” al premio Micheluzzi del Comicon di Napoli per il primo episodi di “Il John Ford Point” e al BGeek presenta le opere tratte da “Due attese”, il suo primo libro a fumetti che narra la storia di un soldato scomparso durante la Seconda Guerra Mondiale.

Il cartellone del BGeek 2019 contiene inoltre tantissime iniziative dedicate al cinema e alle serie tv, ai videogame e ai giochi di ruolo, al fenomeno degli YouTuber e a quello dei cosplayer, presentando incontri, workshop, masterclass, concerti e tanto altro. L’evento centrale dei giorni 1 e 2 giugno sarà infatti anticipato da una programmazione speciale nella settimana antecedente, con appuntamenti e proiezioni realizzati al Cineporto di Bari in collaborazione con Apulia Film Commission.

Fin dalla prima edizione il BGeek ha visto una costante crescita, passando dai 4.000 visitatori del 2012 ai 20.000 del 2018 e confermando l’affezione del pubblico che ha risposto con entusiasmo agli oltre 150 eventi in programma. Una fiera sempre più grande, sempre più attesa e partecipata, passata dai 300 metri quadrati del 2012 ai 14.000 del 2018 e da 12 a 70 espositori, già disponibili per l’edizione 2019, che sarà in grado di accogliere sempre più pubblico e spazi commerciali grazie ai nuovi, accoglienti spazi della Fiera del Levante. BGeek è anche una comunità web con più di 15mila fan su Facebook e un ulteriore grande potenziale di crescita grazie al graduale ma incessante aumento dei visitatori da fuori regione.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su