Lucca Comics & Games 2018: primo giorno

Lucca Comics & Games 2018: primo giorno

31 ottobre 2018. Dopo una nottata poco riposante passata a girarmi da un fianco all’altro, mi sveglio alle 6 e alle 7 mi trovo già in strada diretto a Lucca con al fianco il buon Simone Rastelli. A quell’ora del primo giorno (feriale!) di Lucca Comics le strade sono ancora poco trafficate e arriviamo rapidamente a un parcheggio gratuito non troppo lontano. Qualche spruzzata leggera che avrà un momento di maggiore intensità nel pomeriggio e una temperatura a volte bassina – probabilmente impressione aumentata dall’umidità – non impediscono di godersi gli stand e di passare da uno all’altro senza particolari patemi, ma a fine serata mi ritroverà le scarpe umide e i piedi freddi. Domani pare che il tempo peggiori, speriamo di uscirne bene!

La mattinata è tranquilla, e niente lascia presagire la tragedia che si consumerà di lì a poco: vuoi per incomprensione, vuoi per cambi di orario inattesi, fatto sta che mi perdo il round table con Robert Kirkman. Questo mi mette di pessimo umore, speravo sinceramente di avere occasione di sentir parlare uno dei personaggi più influenti al mondo nel settore dell’intrattenimento. Occasione sfumata, cerchiamo di tirare dritto.

Di tutti gli eventi che mi ero segnato, riesco a presenziare solo quello organizzato da Edizioni GRRRz per il volume in pre-order Una Modesta Proposta per evitare che gli autori esordienti siano di peso agli editori e al paese e per renderli utili alla società, un reportage sul fumetto che a detta dell’autore, Andrea Benei, ha rivelato aspetti positivi dati anche dalla passione e dalla consapevolezza di tante realtà, ma anche molti aspetti negativi di condizioni contrattuali poco eque e di squilibri nel mercato che possono rappresentare un pericolo per il futuro del fumetto. Pur se breve, l’incontro stuzzica decisamente la nostra curiosità. Il libro, previsto per marzo 2019, è in pre-order qua.

Prima di questo, ho l’occasione di assistere all’incontro di 001 Edizioni, occasione per domandare ad Antonio Scuzzarela e Alessio Trabacchini l’importanza per una casa editrice del crearsi una propria identità e riconoscibilità e di quanto e come si possa “uscire” dal proprio angolo per esplorare nuove realtà.

Oltre a questo, l’incontro annuale con editori, autori e amici rappresenta sempre uno dei motivi di maggiore interesse per essere a Lucca. Diversi appuntamenti rimandati ai prossimi giorni, nonostante il caos.

COSE VISTE

Poca carta riportata a casa finora…

Sono contento di essermi portato a casa un volume come Gli Oesterheld, un saggio sulla vicenda personale dell’autore de L’Eternauta, sequestrato e ucciso per le sue idee politiche. Sicuramente un testo da leggere con la dovuta calma.

Passando per gli stand, sempre pieno di bella roba lo spazio Tunué, degna di rilievo in particolare la collana Tipitondi con libri per piccoli lettori tra i quali pescare dei gioiellini a fumetti.

Coconino, Oblomov e Feltrinelli sembrano darsi battaglia fronteggiandosi a poca distanza uno stand dall’altro. Difficile scegliere una cosa per editore, e sicuramente ci tornerò sopra. Di primo acchito, non vedo l’ora di leggere lo Zlatan di Paolo Castaldi (Feltrinelli), il terzo volume di Berlin di Jason Lutes (Coconino) e il nuovo numero di Linus (Oblomov) con due fumetti inediti di Jack Kirby e Andrea Pazienza: se non è una bomba questa…

Interessante la proposta di Add Editore, del quale ho molto gradito il bel volume I miei anni’80 a Taiwan di Sean Chuang, che domani avrò il piacere di intervistare.

Ma c’è ancora un sacco di cose da vedere, sfogliare e (sigh) comprare. Appuntamento a domani con altri spunti volanti.

APPUNTAMENTI PER DOMANI

Si inizia a fare sul serio: alle 11:00 è possibile seguire la conferenza stampa di Feltrinelli Comics, alla sua prima presenza a Lucca Comics, per capire meglio il piano editoriale e gli sviluppi futuri.

A mezzogiorno intervisa con l’autore taiwanese Sean Chuang, spero venga fuori una bella chiacchierata.

Alle 13:00 appuntamento con il gruppo di autori del progetto Stigma, una linea autoprodotta e supportata attivamente da Eris Edizioni che dà “potere agli autori” e che ha già sfornato fumetti di livello.

Alle 16:20 avrò l’opportunità di intervistare Junji Ito, mangaka capace di decliare l’orrore in una maniera personale sospesa tra tradizione giapponese e influenze moderne. Non vedo l’ora!

Alle 17:00 interessante confronto organizzato da Panini: Breaking into comics: Marvel , Shueisha… and italian way! Cosa caratterizza e differenzia il fumetto americano, giapponese e italiano? Un confronto tra C.B. Cebulski, editor in chief Marvel Comics, Hiroyuki Nakano, editor in chief Weekly Shônen Jump, Shueisha, e Roberto Recchioni, fumettista e curatore editoriale di Dylan Dog.

Alle 18:00 tornano i Comics Talk con un salto nelle case degli autori per conoscere le loro librerie zeppe di fumetti. Nostri ospiti: Alessandro Bilotta, Paolo Bacilieri, Maicol e Mirko e LRNZ.

Alle 19:00 la serata di premiazione dei premi Gran Guinigi. Se sono ancora vivo a fine giornata vorrei proprio assistervi per la prima volta!

Tutti pronti per domani?