Stars and Stripes: l'altro Frank Miller

Stars and Stripes: l’altro Frank Miller

Tutti conoscono Frank Miller, l’autore di storie immortali come The Dark Knight Returns, Elektra Assassin e Batman anno uno, opere che hanno avuto (e tutt’ora continuano ad avere) una profonda influenza nel fumetto. Un autore così influente e famoso da offuscare un suo omonimo, anche lui autore di fumetti per professione.

Ed ecco l’altro Frank Miller, disegnatore americano nato nel 1898 e autore della strip Barney Baxter . Nato nel 1898 nello stato dell’Iowa, Miller riuscì a vendere i suoi primi fumetti nel 1919 lavorando per vari quotidiani come il Denver Post e il Rocky Mountain News.

Frank Miller mentre esamina una mappa della città di Denver.

Nel 1936 propose la strip Barney Baxter in the Air (poi ribattezzata col solo nome del protagonista); il fumetto, di genere avventuroso, ha per protagonista Barney Baxter, un aviatore spericolato sempre pronto al richiamo del pericolo e dell’avventura. Gli fa da “spalla” il simpatico Gopher Gus, che sarà suo assistente di volo allo scoppio della seconda guerra mondiale; i due si arruolano nella Royal Air Force inglese per passare, successivamente, a quella americana. Dopo il bombardamento di Pearl Harbor, Barney, spinto dallo spirito patriottico, decide di bombardare Tokio proprio qualche giorno prima della reale controffensiva americana: davvero un’incredibile coincidenza.

Richiamato alle armi dalla Guardia Costiera, Miller lasciò il personaggio nelle mano del disegnatore Bob Naylor, che non fu certo all’altezza del suo predecessore; Miller riprese il suo personaggio al termine della guerra, nel 1948. Purtroppo morì l’anno successivo, nel 1949 per un attacco cardiaco. 

Frank Miller era dotato di un notevole segno grafico e di una grande capacità nelle sequenze aeree e di un ottimo gusto per le inquadrature. In Italia uscì nel 1948, col titolo Barney Baxter nell’aria, in una serie di 8 albi pubblicati dalle Edizioni Modellismo.