Stars and Stripes: Appartment 3-G di Alex Kotzky

Stars and Stripes: Appartment 3-G di Alex Kotzky

 

Prima dell’avvento dei “manga”, il fumetto rosa è stato abbastanza snobbato o comunque relegato al solo pubblico femminile. Un vero peccato se si considera che alcune serie con protagonista una donna sono da considerarsi ben riuscite sia dal punto di vista delle storie e soprattutto da quello dei disegni. Qualche nome? Basterebbero Leonard Starr con la sua splendida Mary Perkins o il magnifico artista Stan Drake autore della strip The heart of Juliet Jones.
Tuttavia è meritevole di attenzione (e soprattutto di rivalutazione) il cartoonist Alex Kotzky (1923 – 1996) che, insieme allo sceneggiatore (e psichiatra di professione) Nicholas Dallis, creò la strip Appartment 3-G (dove la G sta appunto per girls).

Alex Kotzky

La serie narra le avventure sentimentali di tre ragazze che dividono un appartamento: l’infermiera AbigailTommie” Thompson, la segretaria Margo Magee e l’insegnante Lu Ann Powers.  Kotzky si ispirò a tre attrici americana molto note negli anni ’60: Lucille Ball per Tommie, Joan Collins per Margo e Tuesday Weld (da noi famosa per il ruolo di Carol in C’era una volta in America di Sergio Leone) Lu Ann. La strip iniziò a essere pubblicata nel 1961 ed andò avanti per oltre 50 anni.

Il segno di Kotzky è bello, deciso e si adatta perfettamente alle tre belle protagoniste. L’artista americano, classe 1923, prima della strip che lo rese famoso fu molto attivo nel campo dei comics, lavorando come “ghost-artist” per autori del calibro di Will Eisner, e per altre strip famosissime come Steve Canyon di Milton Caniff e Big Ben Bolt di J.C. Murphy. Lavorò come illustratore di fantascienza (Amazing Stories e If) prima di arrivare al successo con Appartment 3-G.

La serie fu disegnata da Kotzky per ben 35 anni, fino alla sua morte avvenuta il 26 settembre del 1996. Tra l’altro l’artista negli ultimi 5 anni di attività fu anche sceneggiatore della strip in seguito alla morte di Dallis

Appartment 3-G fu continuata dal figlio di Alex Kotzky, Brian per i disegni e da Lisa Trusiani per quanto riguarda i testi fino al novembre del 2015, anno della sua definitiva chiusura dopo quasi 55 anni.

Purtroppo non conosco volumi che racchiudono questo bel fumetto; se non erro alcune avventure della strip furono pubblicate sul mensile Eureka edito dalla Corno tra glia anni ’60 e gli anni ’80.