Il dicembre della Tana del Sollazzo

header3
Nuovo appuntamento con la rubrica del blog che evidenzia il meglio di cui si è parlato nelle stanze della Tana del Sollazzo, il forum che da qualche tempo ha ormai saldato un legame particolare con Lo Spazio Bianco e che mi vede tra gli utenti più attivi.
Ogni 30 giorni in questa rubrica farò il punto sulle discussioni più interessanti e gli interventi di maggior rilievo avvenuti sul Sollazzo.

Questo mese la parte del leone l’ha fatta l’animazione: è infatti uscito nei cinema di tutta Italia Big Hero 6, il 53° film dei Walt Disney Animation Studios che, dopo lo strabiliante successo ottenuto l’anno scorso con Frozen, ottengono nuovamente notevoli risultati anche con un film dall’atmosfera decisamente differente.
Numerosi commenti sul forum, tra gli altri cito quanto scritto dall’utente Donald Duck:

C’è da dire però che mi è sembrato quasi un film “necessario” per i WDAS. Sarà vero che non è perfetto, ma mi sembra quasi un punto di ripartenza. Per la prima volta nella nuova fase della Disney vediamo, in un contesto moderno e praticamente realistico ed attuale, ricchi industriali, metropoli, relazioni moderne tra personaggi, vestiti di tutti i giorni, grandi tecnologie.
È come se qui fosse stato introdotto un nuova filosofia, una nuova prospettiva che potrà poi essere meglio sviscerata in altri film dal sapore più moderno.

Il lavoro sulle animazioni è, come sempre, straordinario. Ogni anno riescono a rendermi piu’ sconvolto dell’anno precedente. Non staro’ a ripetere le solite cose, ma per tutto il film ho visto richiami di movimenti a Mowgli (a vedere i titoli di coda poi, in effetti Hiro è identico a lui), Milo, Aladdin… ed è stupefacente poterlo dire di un film che utilizza una tecnica diversa.
In generale, si nota davvero in ogni secondo il grande lavoro che è stato fatto, la grandissima cura per ogni dettaglio, che sia di una scenografia, di una tecnologia realistica, di una invenzione avvenirista sullo sfondo, di un passante realizzato graficamente benissimo.
Honey Lemon (<3) risponde alla domanda “Come sarebbe Rapunzel se venisse trasportata ai giorni nostri, e fosse una hipster?”

Ha destato interesse anche Toy Story that time forgot, il cortometraggio che la Pixar ha realizzato per la rete televisiva ABC, trasmesso in Italia su Disney Channel durante la vigilia di Natale.

Anche il cinema italiano è stato degno di attenzione sulla Tana del Sollazzo, questo mese: l’uscita del film di Gabriele Salvatores Il ragazzo invisibile, infatti, parla di supereroi e superpoteri e questo ha attratto alcuni utenti. Daria, in particolare, scrive:

Il film non è per niente ridicolo od inguardabile come crede la gente su fb, non è però niente di eccezionale e non cerca manco di esserlo. Semplicemente prende i cliché del genere e li ripropone, in maniera semplice e schietta questo sì, e infondo intrattiene, ma mi sarei aspettata un po’ più di introspezione e un po’ meno cose distanti dalla nostra cultura. La recitazione acerba dei giovani protagonisti è anche piacevole alla fine.
Sul fronte fumettistico, personalmente ho parlato di Seconds, la nuova graphic novel di Bryan Lee O’Malley (celebre per aver realizzato Scott Pilgrim), che ho recensito anche per Lo Spazio Bianco e dell’ultimo numero della ristampa formato bonellide di Y: l’ultimo uomo.

Si è poi seguito settimanalmente l’andamento di Topolino, che tra storie pregevoli come lo Star Top di Bruno Enna (di cui Lo Spazio Bianco ha commentato il primo, il secondo e il terzo episodio, intervistando poi il disegnatore Andrea Freccero) e numeri meno brillanti come il n. 3082, ha comunque tenuto banco nelle discussioni del forum.

Ci sono molti altri topic interessanti sul forum.
Se vi ho incuriosito, il consiglio è lo stesso del mese scorso: perché non farci un salto?
http://www.ilsollazzo.com/forum/