Le 10 migliori fiere del fumetto in Italia

Fiere del fumetto: Stan Lee, editore Marvel Comics, esulta a una fiera di comics

LA TOP 10 DELLE FIERE DEL FUMETTO
[AGGIORNATA AL 2017]

Negli ultimi anni c’è stato un proliferare di fiere etichettate comics, games cosplay, in larga parte si tratta di sagre paesane dedicate a un intrattenimento “giovane” che offrono un mix di rivendita usato, festa in costume ed esposizione di fotocopie.

La maggior parte vengono abilmente disertate da case editrici e autori (persino da quelli locali) e questo dovrebbe fungere già da indicatore della qualità della proposta, ma è anche vero che spesso i dati di affluenza forniti dalle organizzazioni sono così fantasmagorici da presumere sviluppi incredibili nelle edizioni successive.

Noi di Officina Meningi ne abbiamo girate parecchie nel corso degli anni, sia come visitatori che come espositori, e abbiamo deciso di fornirvi una lista ragionata delle migliori fiere dedicate al fumetto come forma di espressione e quindi attente a sviluppare mostre ed eventi, ma anche a valorizzare gli ospiti e la critica del linguaggio.

ATTENZIONE: l’assenza di un evento in questa lista non è necessariamente segno di demerito; ci sono fiere in cui la parte ludica, l’intrattenimento per famiglie o la qualità dei costumi sono curati e motivo di interesse. Noi, di seguito, stiamo solo fornendo un’opinione sulla qualità della proposta legata alla nona arte nel nostro paese.

  1. Lucca Comics & Games
    La fiera si tiene a novembre nella cittadina di Lucca, in Toscana. Si tratta della più importante rassegna del settore, nonostante la progressiva predominanza della sezione Games, e ogni anno ospita praticamente tutte le realtà editoriali (comprese quelle indipendenti e le autoproduzioni), con una concentrazione di novità e autori che la rendono un appuntamento imperdibile per ogni genere di pubblico.
    .
  2. Treviso Comic Book Festival
    Realtà attiva da quasi 15 anni nella provincia veneta, ha il merito indiscusso di aver promosso una visione artistica del fumetto indipendente nel territorio, proponendo ogni anno, nel periodo di settembre, numerose esposizioni di altissimo livello, incontri con ospiti internazionali, una mostra mercato con espositori selezionati e opere italiane ed estere di qualità.
    .
  3. BilBolBul
    Il festival del fumetto bolognese si distingue per un’attenzione alle forme di ricerca stilistica, offrendo al suo pubblico un ricchissimo calendario di incontri, mostre e convegni. Si tiene a fine novembre ed è un appuntamento fondamentale per gli addetti ai lavori e per i lettori “attenti”.
    .
  4. ARF!
    In appena tre anni la manifestazione primaverile romana si è imposta nel settore come un’eccellenza, proponendo selezioni professionali per esordienti, attività e incontri con un fitto numero di ospiti, nonché una ricca vetrina di autori ed editori valorizzata ulteriormente da un’ottima comunicazione e da esposizioni curate.
    .
  5. Napoli Comicon
    La kermesse partenopea di fine aprile ha raggiunto la sua maturità, confermandosi la seconda in Italia per numero di presenze. La ricchezza dell’offerta espositiva, di novità e autori presenti, rimane tra le migliori, e sa coniugarsi con l’anima “ludica” dell’organizzazione, sempre più orientata a soddisfare le esigenze del pubblico generalista.
    .
  6. Crack! Fumetti dirompenti
    Dopo anni di attività questo festival romano d’inizio estate rappresenta ormai una vetrina fondamentale per le autoproduzioni e per ogni forma di editoria alternativa. Ospitato nel Forte Prenestino con una formula di pacifica e caotica occupazione, offre al pubblico un’occasione unica di immergersi in forme del linguaggio più viscerali e partecipate.
    .
  7. Varchi Comics
    Questa piccola fiera del fumetto e del fantastico in poche edizioni si è dimostrata davvero agguerrita, con una proposta di autori e editori indipendenti valida e interessante. Un’iniziativa culturale di livello, davvero orientata al fumetto d’autore.
    .
  8. Etna Comics
    La fiera catanese di inizio giugno in una manciata di edizioni ha mostrato di orientarsi sempre più verso l’intrattenimento tout court per deliziare il pubblico della cultura pop, pur mantenendo una proposta ricca di editori e autori, con una particolare attenzione ai mangaka e alle star dei comics americani. La formula è stata replicata dalla Palermo Comic Convention (a settembre la seconda edizione), da tenere d’occhio.
    .
  9. Ratatà
    Un piccolo festival dell’editoria indipendente che si tiene a metà aprile nella cittadina di Macerata e che ha scelto il crowdfunding come forma di finanziamento. La proposta è variegata e ben presentata, merita attenzione.
    .
  10. Romics
    La storica fiera romana ha sempre avuto una propensione verso l’intrattenimento tout court, ma è indubbio che il premio Romics d’Oro, la presenza di autori nazionali e internazionali, così come il programma culturale dell’ultimo anno le valgano una meritata menzione.
    .

Chi ci ha lasciato rispetto al 2016?
Komikazen, a seguito della triste notizia della fine dell’esperienza ravennese e del successivo spostamento dell’evento a Rimini come sezione della biennale del Disegno, e Fumetterni, inclusa nella precedente versione dell’articolo come augurio, ma deve ancora sviluppare un programma pari a quello dei suoi concorrenti.

Siete d’accordo con questa lista?
Diteci il vostro parere in un commento, o sul sito di Officina Meningi o, ancora, sulla nostra pagina facebook.