Italo, educazione di un reazionario contemporaneo

Dopo “Viaggio a Tokyo” e “Figlio Unico” Filosa torna con un’opera quasi viscerale e spietatamente onesta, che dimostra la sua continua evoluzione stilistica.