Zio Paperone visto da Stefano Turconi

Il personale omaggio disegnato di Stefano Turconi a Zio Paperone per il nostro speciale dedicato ai 70 anni dello "Zione".

, classe 1974. A fine anni Novanta, dopo aver concluso l’Accademia sotto le lezioni di Alessandro Barbucci, entra nello staff di Topolino e di PK, disegnando molte storie per entrambe le testate.
Successivamente disegna anche per MMMM – Mickey Mouse Mystery Magazine e W.I.T.C.H.
Dal 2001 Turconi entra a far parte dello Studio Settemondi, per il quale disegna diverse serie a fumetti prodotte per la Francia, su testi di Giovanni Gualdoni, tra cui si ricordano Wondercity e Akameshi.
Illustra diversi libri per ragazzi, editi da Piemme.
Dal 2009 appare regolarmente su Topolino con storie scritte dalla moglie , quali la saga di Pippo Reporter, Topolino e il grande mare di sabbia, e l’isola senza prezzo, la parodia de L’isola del tesoro e la recente Ducks on the road.
Nel 2013 esce per la collana Tipitondi di Tunué Viola Giramondo, mentre nel 2015 Bao Publishing pubblica Il porto proibito, vincitore del Premio Gran Guinigi 2015. Entrambi i volumi sono scritti da Teresa Radice, così come Orlando curioso e i segreto di Monte Sbuffone, rivolto ai più piccoli.
A novembre 2017 esce la nuova graphic novel della coppia, Non stancarti di andare, sempre per i tipi di Bao, editore che pubblicherà nel 2018 anche il loro Tosca, attualmente edito in Francia da Dargaud.

Ecco il suo disegno-omaggio a Zio Paperone, ispirato alla storia Zio Paperone e l’isola senza prezzo, da lui disegnata su testi di Teresa Radice. Ne abbiamo parlato qui.

Zio Paperone visto da Stefano Turconi

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inizio