X

Zio Paperone visto da Luca Usai

    Categorie Omaggi

Luca Usai, classe 1977.
Fin da piccolo, dopo aver visto il film La Spada nella Roccia, si appassiona al fumetto e all’animazione dedicando tanto tempo a questi suoi interessi. Nell’età adulta le cose cambiano… e infatti decide di dedicare ai fumetti tutto il suo tempo!
Dopo un lungo percorso nell’Associazione Chine Vaganti e alcuni corsi tra cui quelli alla Sardinian School of Comics a Cagliari e allo I.E.D. di Milano arriva finalmente a frequentare l’Accademia Disney e inizia a disegnare storie per Topolino, che leggeva fin da quando aveva 10 anni.
Disegna anche storie per il Toy Story Magazine e alcune graphic novel tratte dai film Pixar, oltre che collaborare con altre case editrici per ragazzi. Nell’ottobre 2011 disegna il volume a fumetti Normalman – Le Origini scritto da Lillo (del duo comico Lillo&Greg) sul simpatico super eroe “normale”.
Nel 2017 è nel gruppo di disegnatori che si occupano di illustrare i fumetti tratti dalla serie animata DuckTales.

Ecco il disegno-omaggio a Zio Paperone.

Luca Usai :Luca Usai, classe 1977. Fin da piccolo, dopo aver visto il film “La Spada nella Roccia”, si appassiona al fumetto e all'animazione dedicando tanto tempo a questi suoi interessi. Nell’età adulta le cose cambiano... e infatti decide di dedicare ai fumetti tutto il suo tempo! Dopo un lungo percorso nell’Associazione Chine Vaganti e alcuni corsi tra cui quelli alla Sardinian School of Comics a Cagliari e allo I.E.D. di Milano arriva finalmente a frequentare l'Accademia Disney e inizia a disegnare storie per “Topolino”, che leggeva fin da quando aveva 10 anni. Disegna anche storie per il “Toy Story Magazine” e alcune graphic novel tratte dai film Pixar oltre che collaborare con altre case editrici per ragazzi. Nell’ottobre 2011 disegna il volume a fumetti ”Normalman – Le Origini” scritto di Lillo (del duo comico Lillo&Greg) sul simpatico super eroe “normale”. Nel 2017 è nel gruppo di disegnatori che si occupano di illustrare i fumetti tratti dalla serie animata “DuckTales”.

Lo Spazio Bianco utilizza i cookies per una migliore esperienza di navigazione.