Zagor+ #4: il Destino Manifesto e le sue aberrazioni

Zagor+ #4: il Destino Manifesto e le sue aberrazioni
Luca Barbieri ed Emanuele Barison raccontano una storia di Zagor all’apparenza classica, ma ricca di significati e spunti di riflessione.

zagor+_4_coverCi sono albi a fumetti, tra i tanti che ogni mese affollano le fumetterie e le edicole, che passano via in sordina a causa della mole del materiale a disposizione dei lettori, ma che talvolta contengono storie belle e riuscite sulle quali merita attirare l’attenzione, anche a qualche mese dalla loro uscita. L’acqua che urla, l’avventura contenuta nel quarto numero del trimestrale Zagor+ è una di queste.
scrive quella che a oggi, a titolo personale, è la migliore storia dello Spirito con la scure del 2022, nonché una delle più riuscite storie di genere western lette da un po’ di tempo.
L’inizio pare presentare quella che, a tutti gli effetti, assomiglia a una classica avventura di Zagor – l’eroe contro un gruppo di indiani malvagi con pericolose armi rubate – e il lettore si aspetta già di sapere dove il racconto andrà a parare. Ma con il procedere delle pagine, la storia si trasforma in un dramma amaro, oscuro e molto realistico, una riflessione su come l’idea americana del Destino Manifesto (già di per sé moralmente discutibile, ragionando con i parametri odierni, ma in prospettiva storica assolutamente appropriata alla mentalità di quel secolo) abbia subito derive tragiche e come, in fin dei conti, la nazione americana “paladina mondiale della libertà e della democrazia” sia fondata su massacri, genocidi e atti di forza bruta assolutamente condannabili.
Purtuttavia, Barbieri inserisce comunque nel suo racconto la speranza che le nuove generazioni possano migliorare la società e possano superare le barriere razziali costruite da chi li ha preceduti. E il fatto che sia a portare questa luce, un eroe nato su un peccato originale di vendetta e sterminio, non solo è doppiamente efficace, ma è assolutamente nelle corde di un personaggio che volutamene ha sempre pensato il più lontano possibile dal granitico e dal western idealizzato di suo padre.
, con il suo tratto realista, cupo e ispirato, è poi la ciliegina sulla torta, con disegni ricchi di contrasti netti tra bianchi e neri.

Abbiamo parlato di:
Zagor+ #4 – L’acqua che urla
,
, febbraio 2022
192 pagine, brossurato, bianco e nero – 6,90 €
ISSN: 977182645300420045

zagor+_4_int

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna su