Un Uomo un’avventura, una collana rivoluzionaria

La collana "Un uomo, un’avventura" ideata da Sergio Bonelli ospitò alcuni dei più grandi artisti del fumetto italiano dell'epoca.
Articolo sponsorizzato

Un Uomo un'avventura, una collana rivoluzionariaLa collana Un uomo, un’avventura nasce per volontà di in persona, che lanciò questo ambizioso progetto con l’allora Cepim (l’attuale ) nel novembre 1976, concludendolo dopo 30 volumi nel 1980.
Quando venne ristampata dalla Hobby & Work negli anni ’90 con il nuovo titolo I Grandi del fumetto era composta da soli 24 volumi, restando fuori i 4 volumi realizzati da Pratt, L’uomo delle piramidi di Siò e L’uomo del Giappone di Gigi).

In questi giorni Edizioni NPE ha rilevato i diritti per le opere integrale di e Sergio Toppi, e perciò alcuni di questi volumi verranno ripubblicati in eleganti edizioni cartonate. In particolare L’Uomo della Legione di Dino Battaglia è stato pubblicato proprio a fine gennaio 2017.

Si trattava di una collana assolutamente rivoluzionaria per l’epoca a partire già dal formato – 30 volumi cartonati 24×32, peraltro tutti curati dal grande Decio Canzio – che ebbe il pregio di riunire tutte le più grandi firme del panorama fumettistico italiano (e non solo): ogni storia, autoconclusiva e rigorosamente a colori, aveva come protagonista un uomo al centro di delicate vicende di interesse storico (si andava dal western puro de L’uomo del New England  ai racconti di guerra come L’uomo della Legione fino alla gangster story de L’uomo di Harlem).

UUn Uomo un'avventura, una collana rivoluzionarian’idea geniale – l’ennesima – da parte dell’indimenticato Sergio Bonelli,  che aveva tra le sue caratteristiche principali quella di rendere protagonisti della collana gli autori stessi, prima ancora che i protagonisti delle storie: i maestri del fumetto selezionati per l’occasione (da a Sergio Toppi, da Dino Battaglia a Guido Crepax, da Attilio Micheluzzi a Ivo Milazzo) vedevano il proprio nome strillato in copertina, talvolta anche a scapito degli sceneggiatori, sebbene numerosi furono anche le grandi firme che parteciparono come autori dei testi: basti pensare al contributo di Alfredo Castelli per L’uomo delle nevi, di Giancarlo Berardi per L’uomo delle Filippine o di Gino D’Antonio che, oltre ad aver realizzato interamente 2 episodi della serie, scrisse anche vari episodi realizzati da altri disegnatori.

Lo stesso Sergio Bonelli definì così la collana:

Tutta la collana è stata realizzata per compiacere me, le mie tematiche preferite, come le guerre coloniali e i gangsters negli anni ’30… “Un uomo un’avventura” è nata per puro divertimento e per lavorare con quei disegnatori con cui non potevo lavorare al tempo perché lavoravano per il mercato inglese… Ma tramite l’agenzia di Roy D’Ami, riuscii ad avere molti di questi meravigliosi artisti che si prestarono volentieri a questo piccolo gioco.

Una collana di grande valore culturale e una vera e propria pietra miliare del fumetto nostrano, di cui resta emblematica, a riprova della qualità eccelsa delle sue storie, la definizione che il maestro Hugo Pratt fece de L’uomo del New England del suo amico e collega Dino Battaglia:

Poche volte mi sono commosso di fronte a rievocazioni di indiani del Settecento. Anzi, due sole volte. La prima, leggendo due quartine della poesia Ticonderoga di Robert Louis Stevenson. La seconda, guardando le tavole di Dino Battaglia.

Di seguito tutte le 30 uscite e gli autori che realizzarono la collana:

  1. L’uomo del Nilo di Sergio Toppi su testi di Decio Canzio (novembre 1976, di prossima pubblicazione per NPE)
  2. L’uomo dello Zululand, testi e disegni di Gino d’Antonio (dicembre 1976)
  3. L’uomo della legione, testi e disegni di Dino Battaglia (gennaio 1977, recentemente ripubblicato da NPE)
  4. L’uomo dei Caraibi di Hugo Pratt su testi di Decio Canzio (febbraio 1977)
  5. L’uomo del deserto di Ferdinando Tacconi su testi di Gino D’Antonio (marzo 1977)
  6. L’uomo del Klondike di Alarico Gattia (aprile 1977)
  7. L’uomo del Messico di Sergio Toppi su testi di Decio Canzio (maggio 1977, di prossima pubblicazione per NPE)
  8. L’uomo di Pechino di Renato Polese su testi di Gino D’Antonio (giugno 1977)
  9. L’uomo del Texas di Aurelio Galeppini su testi di Guido Nolitta (settembre 1977)
  10. L’uomo delle piramidi di Enric Siò (ottobre 1977)
  11. L’uomo di Pskov di Guido Crepax (novembre 1977)
  12. L’uomo di Chicago di Giancarlo Alessandrini su testi di Alfredo Castelli (dicembre 1977)
  13. L’uomo di Tsushima di Bonvi (gennaio 1978)
  14. L’uomo del Sertao di Hugo Pratt (marzo 1978)
  15. L’uomo del sud di Alarico Gattia (aprile 1978)
  16. L’uomo di Iwo Jima di Gino d’Antonio (giugno 1978)
  17. L’uomo delle paludi di Sergio Toppi (settembre 1978, di prossima pubblicazione per NPE)
  18. L’uomo del Tanganyka di Attilio Micheluzzi (ottobre 1978)
  19. L’uomo delle nevi di Milo Manara su testi di Alfredo Castelli (novembre 1978)
  20. L’uomo della Somalia di Hugo Pratt (febbraio 1979)
  21. L’uomo di Harlem di Guido Crepax (aprile 1979)
  22. L’uomo del New England di Dino Battaglia (giugno 1979, di prossima pubblicazione per NPE)
  23. L’uomo del Bengala di Guido Buzzelli su testi di Gino D’Antonio (settembre 1979)
  24. L’uomo di Canudos di Jo Oliveira (ottobre 1979)
  25. L’uomo di Cuba di Fernando Fernandez (novembre 1979)
  26. L’uomo del Khyber di Attilio Micheluzzi (febbraio 1980)
  27. 27. L’uomo delle Filippine di Ivo Milazzo su testi di Giancarlo Berardi (aprile 1980)
  28. L’uomo del Grande Nord di Hugo Pratt (giugno 1980)
  29. L’uomo del Giappone di Robert Gigi (ottobre 1980)
  30. L’uomo di Rangoon di Ferdinando Tacconi su testi di Gino D’Antonio (novembre1980)
Un Uomo un'avventura, una collana rivoluzionaria

“L’uomo della legione”, Dino Battaglia

Articolo sponsorizzato

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inizio