Tutti contro Darkseid, cercando ordine per il Multiverso.

Tutti contro Darkseid, cercando ordine per il Multiverso.
Joshua Williamson, con Dennis Culver e un gran numero di disegnatori, cerca di proseguire nella sua opera di consolidamento del nuovo Multiverso DC.

Justice League Incarnate 1 (Panini, giugno 2022)Dopo la conclusione di Infinite Frontier, terminata con un risultato sfavorevole agli eroi, prosegue il racconto del Multiverso di , coadiuvato ai testi da Dennis Culver. La concezione del Multiverso qui rappresentata è uno sviluppo (Elena Pizzi, curatrice della pubblicazione, lo definisce correttamente un seguito vero e proprio) delle idee di presentate in Multiversity. La Incarnata, composta da varie versioni dei personaggi provenienti da varie Terre, cerca Darkseid per contenerlo e sconfiggerlo. A guidarla c’è Calvin Ellis, il di Terra-23, che ci accompagna in un’avventura che introduce anche nuovi personaggi (su tutti: il Dottor Multiverso).
In questo albo si può dire che pregi e difetti si compenetrano diventando le due facce di una stessa medaglia. I personaggi sono tanti e con potenziale sviluppo, e questo potrebbe essere un difetto che confonde il lettore, ma è altrettanto vero che con l’ausilio di didascalie e dialoghi vengono inquadrati quanto più chiaramente possibile. Secondo aspetto di rilievo è la presenza di molti disegnatori che si avvicendano a realizzare le tavole dei due albi qui raccolti. Da una parte può infastidire la mancanza di omogeneità grafica, dall’altra va ammessa l’accuratezza della scelta dei disegnatori per le sequenze: in particolare Kyle Hotz è adattissimo per Terra-13 (la Terra di magia e sovrannaturale come normalità), ma tutti gli artisti coinvolti ben si  alle ambientazioni che gli sono affidate. 
Un’osservazione più di carattere generale è sulla natura di queste miniserie, presentate sempre come eventi: la domanda che sorge è se la frequenza con cui vengono pubblicati non finisca per non renderli più tali. Se tutto è evento, più nulla è evento. Concediamo il benefico del dubbio, naturalmente, perché questa riscrittura potrebbe essere davvero significativa e foriera di un’innovazione del multiverso DC finalmente coerente e coesa, che non richieda più reboot sin troppo ravvicinati, nel tentativo, sinora mai compiuto, di dare ordine a una delle proprietà intellettuali più ricche (in ogni senso) e artisticamente elevate dell’intrattenimento mondiale.

Abbiamo parlato di:
Incarnate #1 (DC Crossover 18)
, Dennis Culver, Tom Derenick, Brandon Peterson, Kyle Hotz, Paul Pelletier, AA.VV.
Traduzione di Andrea Toscani ed Elena Pizzi
, giugno 2022
64 pagine, spillato, colori – 6,00 €
ISSN: 977112421890920018

Justice-League-Incarnate-1-5

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna su