Torna Max Fridman in una nuova edizione da Rizzoli Lizard

Torna Max Fridman in una nuova edizione da Rizzoli Lizard
Da Ginevra a Budapest, dalla Romania alla Grecia, da Parigi a Istanbul, le avventure di un ex agente segreto che credeva d’aver cambiato mestiere per sempre in una nuova edizione con contenuti extra.

Comunicato stampa

Torna Max Fridman in una nuova edizione da Rizzoli Lizard_Notizie 1938. Anno febbrile. La seconda guerra mondiale incombe e il mite Max Fridman è costretto, suo malgrado, a lasciare la sua tranquilla Ginevra per spolverare una pagina del suo passato. Che cosa vogliono da lui i servizi segreti francesi? Che torni a fare il suo lavoro: la spia. Col suo fare insospettabile, in Rapsodia ungherese Max si insinua nel lato oscuro di Budapest, crocevia delle reti di spionaggio globali, per indagare sulle morti di alcuni colleghi.
La Porta d’Oriente, invece, lo vede catapultato da una crociera nell’Egeo alla ressa del Gran Bazar di Istanbul, sulle tracce di un uomo ricercato da tutte le potenze europee.

Creato nel 1982 da , Fridman è un personaggio che attraversa la Grande Storia con il garbo e la consapevolezza con cui è disegnato. Oltre ai suoi due primi racconti, questa edizione propone ai lettori una ricca galleria di bozzetti, e una lunga intervista in cui Giardino apre le porte del suo studio per spiegare la genesi e l’attualità del suo personaggio: un uomo insofferente ai totalitarismi e alle verità assolute, un eroe borghese che sa che il male non si presenta mai  sotto una sola bandiera.

VITTORIO GIARDINO (1946) è il più raffinato autore di fumetti italiano. Il suo segno meticoloso e impeccabile gli permette di spaziare tra i generi, con incursioni nel poliziesco, l’eros, la spy story e il romanzo di formazione che hanno conquistato il pubblico internazionale.

CARTONATO 19×26 CM PP 240 A COLORI € 25

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su