Tex #715 – L’odissea della “Belle Star” (Nizzi, Mastantuono)

Tex #715 – L’odissea della “Belle Star” (Nizzi, Mastantuono)
Nell'inedito di maggio continuano le traversie per il battello Belle Star, nella storia scritta da Claudio Nizzi e disegnata da Corrado Mastantuono.

TEX715_COVERLe peripezie della Belle Star lungo il Saskatchewan non accennano a placarsi, così i quattro pards sono costretti a fare gli straordinari affinché il battello possa concludere il suo viaggio tutto intero.  conclude quest’avventura fluviale cominciata nel numero scorso (link breve di Filippo) continuando a muoversi in acque (è il caso di dirlo) a lui congeniali. Gli espedienti messi a punto per rendere la navigazione del battello una vera odissea non paiono sempre ispirati, tuttavia la lettura è appagante perché può vantare un buon ritmo, che vede l’alternarsi delle usuali tempeste di piombo a fasi di studio e preparazione che mettono il luce le abilità strategiche di , tranne per l’ultimo ostacolo, che forse viene affrontato con troppa leggerezza.
Ai disegni,  conferma la sue capacità di esaltare la gabbia bonelliana, grazie a un buon utilizzo delle doppie, adatte tanto a evidenziare le manovre e i campi totali sul battello, quanto a far soffermare il lettore nelle sequenze di intermezzo tra quelle, numerose, di azione. In questi frangenti Mastantuono realizza delle scene molto godibili, utilizzando spesso campi e controcampi molto dinamici, con un plauso alla caratterizzazione di fisionomie, costumi e pitture degli indiani Siksika. Quando il ritmo è più posato, ci si può fermarsi ad apprezzare la recitazione dei pards e la cura dedicata agli sfondi, agli ambienti e ai personaggi di contorno delle scene.

Abbiamo parlato di:
Tex #715 – L’odissea della “Belle Star”
Claudio Nizzi, Corrado Mastantuono
, maggio 2020
114 pagine, brossurato, bianco e nero – 3,90 €
ISSN: 977112156104600715

TERX715_01

1 Commento

1 Commento

  1. R

    24 Maggio 2020 a 22:39

    Disegni meravigliosi, al di sopra della media della serie regolare. Certe cadute di sceneggiatura, però, tipo quando Tex riemerge da una scazzottata sott’acqua e, subito dopo essere risalito a bordo della Belle Star, ovviamente fradicio, anziché spogliarsi per asciugarsi, si mette addirittura in testa il cappello (ovviamente fradicio anche quello), non si possono vedere…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su