Parliamo di: /

Supereroi specchio della storia: un saggio su Civil War

Joseph Crisafulli pubblica per NPE uno studio sull’evento Civil War dell’universo Marvel, riflettendo sui legami tra fumetto supereroico e realtà.
Articolo aggiornato il 22/09/2017

Supereroi specchio della storia: un saggio su Civil WarLa di Joseph Crisafulli è un saggio edito da NPE, casa editrice che da sempre ha fatto della saggistica un fiore all’occhiello della sua produzione.
L’autore è laureato in scienze storiche e diplomato in sceneggiatura presso la Scuola internazionale di comics e con questa sua opera si propone di analizzare e approfondire il conflitto nell’universo Marvel spaziando tra cinema e fumetto, come esplica il sottotitolo dell’opera.

Se da un punto di vista pubblicitario è chiaramente comprensibile il tentativo di dare più visibilità a questo saggio, inserendo la parola cinema in copertina e proponendone la pubblicazione a un mese di distanza dall’uscita della pellicola Capitan America: Civil War, bisogna però rilevare che nel libro la preponderanza delle pagine è dedicata all’analisi dell’evento fumettistico Civil War piuttosto che di quello cinematografico e, va riconosciuto, non a torto.

Gli elementi meritori di approfondimento e discussione sono infatti di gran lunga maggiori nella miniserie in sette albi scritta da Mark Millar e disegnata da Steve McNiven rispetto al film diretto dai fratelli Russo e soprattutto i temi trattati nel fumetto sono ben più strettamente connessi alla tesi che Crisafulli vuol dimostrare nel libro.

Di fondo, l’autore afferma che le storie di supereroi pubblicate nei comic book statunitensi sono legate alle vicende storiche del mondo reale e da esso non possono prescindere. Le avventure vissute dagli eroi in calzamaglia sono dunque specchio e metafora delle principali pulsioni e sentimenti che animano la società americana in particolare e il mondo occidentale più in generale.

Diventa chiaro come, con un assunto del genere, sia proprio l’analisi della miniserie del 2007 di Millar e McNiven la più adatta allo scopo che Crisafulli si prefigge. In essa l’autore scozzese inseriva una riflessione sull’America post 11 settembre 2001, collegandola all’unico altro evento storico traumatico che aveva sconvolto sul proprio territorio gli USA: la Guerra Civile del XIX secolo. Due fatti che hanno scisso la nazione, nel profondo.
La trama di Capitan America: Civil War non sfrutta né suggerisce un simile collegamento tra gli episodi che nella pellicola portano alla divisione e allo scontro la comunità supereroica e la storia degli Stati Uniti. Pur riprendendo alcuni elementi dal fumetto, li estrapola dalla contingenza storica, slegandoli di fatto dal contesto reale e dunque privandoli di importanza per l’analisi che il saggio vuol portare avanti: da qui deriva la relativa brevità della sezione legata alla pellicola.

Supereroi specchio della storia: un saggio su Civil War

Rimandando ad altri esaurienti articoli l’approfondimento critico sull’oggetto di questo studio, ciò che preme evidenziare in questa sede è la struttura scelta da Crisafulli per argomentare la propria tesi, cioè la composizione di un testo che ricorda da vicino una rassegna che propone “lo stato dell’arte” della critica sui vari  temi affrontati. Il metodo con cui l’autore sceglie di procedere nel saggio cela in sé tanto un aspetto positivo quanto una criticità intrinseca.

Crisafulli svolge la propria analisi basandosi in modo continuo e massiccio per tutte le pagine del libro sulle citazioni. Presenta estratti di libri, articoli (cartacei e digitali) e stralci di interviste, intervallandoli a commenti di raccordo e brevi considerazioni personali.
Le fonti citate sono più che autorevoli, tanto della saggistica critica sul fumetto quanto della letteratura critica storica, politica e sociale, così come interessanti sono le voci dirette degli autori che hanno lavorato al fumetto, a cominciare proprio da Mark Millar.
In tal senso, questo volume diventa una sorta di porta d’ingresso e un invito al lettore ad approfondire per proprio conto l’argomento e la nutrita bibliografia a fine volume (suddivisa in fumetti, monografie, siti internet, articoli di giornale e interviste) assume l’aspetto di un prezioso strumento per chi volesse ampliare la propria conoscenza.

D’altra parte, però è anche vero che il reiterato uso di citazioni limita molto lo spazio e le considerazioni dell’autore, depotenziando il livello di analisi personale e facendo restare la trattazione dell’argomento spesso a un livello più superficiale, o meglio, più generale.

Questo aspetto si lega anche al target di riferimento che può avere il libro, rivolto a un pubblico di lettori di fumetti più generalista e non agli appassionati e agli esperti conoscitori di fumetto supereroico statunitense.
Questi ultimi non troveranno niente di più, né niente di nuovo tra le pagine di quello che già sanno.
Tuttavia questo taglio più divulgativo che Crisafulli ha scelto di dare al suo studio – presente in molta della tradizione saggistica anglosassone – ha anche una valenza positiva, aprendo la fruizione del saggio a un pubblico potenzialmente più ampio di lettori che, proprio partendo da queste pagine, possono crearsi le basi e apprendere gli strumenti (leggi fonti) per approfondire il complesso e spesso sottovalutato genere supereroistico. In effetti, l’inizio del saggio in cui l’autore parla della storia del fumetto, è il primo indizio rivelatore di coloro ai quali il libro voglia rivolgersi, un pubblico di lettori anche digiuni di fumetto e che conoscono i supereroi solo attraverso le pellicole cinematografiche.

Supereroi specchio della storia: un saggio su Civil War
Indice del saggio Civil War

Dunque questo Civil War,  volume che ha il pregio di farsi leggere agilmente e velocemente, assomma in sé  i difetti e le potenzialità sopra evidenziate, ma sicuramente dimostra l’intenzione da parte della NPE di continuare a investire nella saggistica sul fumetto, che resta fonte insostituibile di stimoli per la crescita del movimento fumetto tutto e dei suoi lettori, in senso sia quantitativo sia qualitativo.
Il peccato è che gli ultimi anni hanno visto Nicola Pesce sempre più solo lungo quel sentiero che nei primi anni 2000 vantava una mole produttiva che faceva capo a più case editrici.

Abbiamo parlato di:
Civil War – Cinema e fumetto. L’universo Marvel in conflitto
Joseph Crisafulli
NPE – Collana “L’arte delle nuvole”, 2016
143 pagine, brossurato, immagini in bianco e nero, 9,90 €
ISBN: 9788897141860

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inizio