Sonia Aloi immagina “Lo Spazio Bianco”

Sonia Aloi immagina “Lo Spazio Bianco”
Cos’è “lo spazio bianco”? Com'è possibile riempirlo? La risposta a queste domande è affidata in questa puntata a Sonia Aloi.

Quale concetto migliore per esaltare l’inventiva di un artista? Quale tema più liberamente interpretabile dello spazio bianco può esistere, a parte forse il suo opposto, l’oscurità?

Per questo abbiamo dato vita a uno spazio dove gli autori possano dare forma alle proprie idee e interpretazioni e, allo stesso tempo, a una piccola celebrazione del nostro sito, che intorno al concetto di “spazio bianco” è nato e che vedeva nel contorno vuoto delle vignette un non-luogo “dove i fumetti sono tutti uguali”.

Ospite di questa puntata è Sonia Aloi con la sua illustrazione “Rifugio”. Buona visione.

Rifugio

48396712_376045843142224_2521229284031332352_n_Immagina lo spazio bianco

Sonia Aloi

Sonia Aloi nata a Melito di Porto Salvo  (Rc ) il 20/06/1980. Cresce e studia tra Bergamo e Milano. Si laurea in pittura all’accademia di belle arti di Brera. Insegna arte e immagine nella scuola media e discipline pittoriche al liceo artistico. Le prime esperienze nel fumetto sono con diverse case editrici ed etichette indipendenti italiane come la serie Dum Dum Girls per Cut-Up. Continua a farsi le ossa come colorista per le fiabe di Geronimo Stilton per la Piemme Junior. Collabora con  per la rivista The Garfield show disegnando “Carabimbo” e con Giacomo Bevilacqua per la realizzazione di Metamorphosis. Realizza inoltre 2 episodi per i primi volumi di Curami per Cyrano Comics. Nel 2016 disegna e colore per Tunuè il volume “Il piccolo re” storia di Andrea Campanella.

Sonia su Twitter: https://twitter.com/AloiSonia

received_10216887694775829_Immagina lo spazio bianco
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su