Sin City: causa per i diritti da 25 milioni di dollari contro Frank Miller

Sin City: causa per i diritti da 25 milioni di dollari contro Frank Miller
Nuova causa legale per i diritti del franchise, che stavolta colpisce direttamente Frank Miller.

Il produttore ha fatto depositare il 27 luglio, presso la Corte Superiore di Los Angeles, una citazione contro e altre persone per chiedere un risarcimento milionario in merito ai diritti di .

L’Hereux afferma di avere posseduto a lungo i diritti di , evidenziando che Miller e Silenn Thomas, citata anche lei nella causa legale, hanno contrastato la realizzazione di adattamenti per il grande e piccolo schermo con la complicità di MGM e di David Ellison di Skydance Media.

La denuncia mira a “danni compensativi, incluse perdite di entrate e introiti futuri, danni alla reputazione e disagio emotivo” per un importo totale, ancora da valutare durante il processo, ma stimato nella cifra di 25 milioni di dollari.

L’avvocato di , Allen B. Grodsk, ha affermato che le richieste del produttore sono prive di qualsiasi fondamento e che il suo cliente si difenderà nella causa in modo aggressivo. L’Hereux ha sempre sostenuto che lo sceneggiatore e la sua società, la INC., attraverso Thomas, hanno fatto false e diffamatorie affermazioni sulla sua proprietà dei diritti di e Hard Boiled, che egli afferma di possedere dal 2008.

Questa non è la prima causa legale riguardante il franchise, visto che anche ha fatto causa ai produttori di , per un mancato pagamento di oltre 7 milioni di dollari. Miller era tornato in possesso dei diritti nel 2018 e una serie tv era in lavorazione per Legendary, ma a quanto afferma Deadline il progetto sarebbe poi approdato in un primo momento alla . e di recente alla MGM, dove non starebbe comunque andando avanti.

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna su