Romics D’oro 2020 a Sara Pichelli

Romics D’oro 2020 a Sara Pichelli
La fumettista Sara Pichelli sarà insignita del Romics d’Oro alla XXVII edizione di Romics, dal 2 al 5 aprile 2020.

LA FUMETTISTA ITALIANA NEL TEAM DELLA MARVEL COMICS: DAL PRIMO SPIDER-MAN AFROAMERICANO AGLI OSCAR

La fumettista sarà insignita del d’Oro alla XXVII edizione di Romics, dal 2 al 5 aprile 2020. Nata ad Amatrice nel 1983 e cresciuta nelle Marche, a Porto Sant’Elpidio, Pichelli si appassiona fin da piccola al disegno. Trasferitasi a Roma a 19 anni per studiare alla Facoltà di Lingue Orientali, scopre la Scuola internazionale di Comics e abbandonati gli studi di cinese, si dedica ai cartoni animati e alle anime. Dopo il diploma lavora nel mondo dell’animazione come storyboarder e character designer, e prende parte alla produzione del film Club – Il segreto del regno perduto. Ha poi l’occasione di lavorare come assistente di David Messina, autore di Star Trek ed , firma di Ghost Whisperer. Quando Messina le mostra Tornando a casa, la saga di Spider-Man di J.M. Straczynski e ., Sara ha una folgorazione: resta colpita dalla potenza delle immagini e decide così di approfondire la conoscenza del fumetto.

Una grande occasione arriva nel 2008 quando, il talent scout di C.B. Cebulski sbarca in Italia per uno dei suoi Chester Quest, i tour mondiali alla ricerca di nuovi artisti. Quasi per gioco, Sara decide di partecipare al contest e con sua grande sorpresa viene selezionata tra dodici vincitori. Dopo qualche anno di gavetta, la casa editrice le propone di alternarsi alle matite di Ultimate Comics: Spider-Man, sceneggiati da Bendis. Nel 2011 Marvel le chiede di disegnare il nuovo Uomo Ragno: Miles Morales, un ragazzino afroamericano, simbolo del progressismo dell’America di Obama. Un’occasione unica per Sara che si dedica anima e corpo al progetto:

“Quando mi è stato proposto dalla Marvel, c’erano già le idee per questo nuovo personaggio multietnico. Mi hanno detto come doveva essere per loro il nuovo Spider-man e ho iniziato da lì – dice-. Scambio dopo scambio Morales è venuto fuori. È stata una contaminazione tra me e Bendis, lo sceneggiatore. Io venivo influenzata dalle sue idee e viceversa […]” da Il Fatto quotidiano.

sara-pichelli-670x366

Il suo Miles, molto lontano da Peter Parker, è estremamente cinematico: i movimenti nei combattimenti di questo nuovo Uomo Ragno sono quasi più una danza, ispirati alla capoeira e al parkour. Nel settembre 2011 Pichelli vince un Eagle Award e un Harvey Award; e nel 2012 due awards. Nel 2014 è stata inserita tra le nuove Marvel Young Guns (ovvero nuovi talenti su cui investire nel futuro).
Il sodalizio con Bendis continua su Spider-Men e Spider-Men II, ma non solo, con Bendis lavora anche alla testata Guardiani della Galassia (che ha visto rilanciare Angela, l’amato personaggio dell’universo narrativo di , con un arco narrativo scritto oltre che da Brian M. Bendis da Neil Gaiman). Tra il 2018 e 2019 partecipa al rilancio, dopo alcuni anni di assenza, della testata dei Fantastici 4, scritta da .

E il 2019 è un anno davvero importante per la fumettista italiana: dal fumetto dedicato a Miles Morales è stato realizzato il lungometraggio animato Into the Spider-Verse diretto da Bob Persichetti, e che ha vinto l’Oscar come miglior film d’animazione. Sara Pichelli, unica italiana nominata è l’autrice del disegno di Miles Morales.

Attualmente l’artista si sta dedicando ad uno speciale dell’Uomo Ragno, scritto dal regista americano J.J. Abrams e da suo figlio Henry.

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su