Rebelle Edizioni pubblica “Selvaggia”, la graphic novel di Rosalia Radosti

Rebelle Edizioni pubblica “Selvaggia”, la graphic novel di Rosalia Radosti
Rosalia Radosti fa ingresso nel mondo delle graphic novel con una decostruzione della fiaba tradizionale, qui completamente rovesciata e con un finale cupo quanto inaspettato.

“C’era una volta Selvaggia, figlia del Re e della Regina di Valdirosa…”

Almeno così sembrerebbe partire questa storia, ma quella di Selvaggia non è una storia tradizionale come un’altra, anzi…

Infatti Selvaggia non vuole proprio saperne di seguire le rigide convenzioni sociali di corte. La giovane principessa ama praticare il tiro con l’arco, perdersi nel verde immenso del bosco, sporcarsi, così come ama correre al galoppo del suo puledro. Insomma, la figlia del Re e della Regiona di Valdirosa rifiuta la mano degli avidi e squallidi pretendenti che le si presentano al palazzo. Ogni aspirante principe se la dà a gambe levate perché respinto e infastidito dal carattere coraggioso quanto ostile della ragazza seduta al trono.
Fino a quando Selvaggia non si imbatterà in un misterioso e affascinante ragazzo che sembra averla finalmente conquistata, i due sembrano avere uno spirito affine e legati dalle passioni che hanno in comune. Ma poi? È tutto oro quel che luccica davanti agli occhi della giovane reale innamorata?

SELVAGGIA cover

Selvaggia, in tutte le librerie da 25 maggio 2022, è la prima opera originale della casa editrice . Rosalia Radosti fa ingresso nel mondo delle con una decostruzione della fiaba tradizionale, qui completamente rovesciata e con un finale cupo quanto inaspettato.
Un’opera che dà libero sfoggio dell’estro artistico e pittorico di una delle più promettenti fumettiste e illustratrici italiane che vedremo più spesso nei prossimi anni.

Rosalia Radosti

Nasce a Firenze, circondata dall’arte che diventa subito il suo più forte interesse. Appena riesce a reggere una penna in mano comincia a disegnare.
A 15 anni incontra quello che sarà per lei un altro grande amore: il teatro, facendo anche da regista e insegnante di recitazione per diversi anni. A 33 anni, però, torna a quella che era la sua prima e più profonda passione: il disegno. In tre anni passa dal disegnare per hobby al farlo per lavoro, totalmente da autodidatta, con il suo primo libro illustrato “In viaggio con lo Zar”, scritto da Pierdomenico Baccalario.
Illustra vari libri finché non approda al fumetto con il suo primo da autrice completa, Selvaggia.

Radosti Rebelle SalTo 22

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna su