Rat-Man #115 – Il dubbio (Ortolani)

Nel terzo capitolo della lunga saga conclusiva Leo Ortolani diverte e inizia a dipanare i misteri sulla relazione tra Rat-Man e l’Ombra.

Rat-Man #115 - Il dubbio (Ortolani)Nel 1995, affrontava un viaggio all’interno della sua mente, accompagnato dalla dottoressa Aima, che esordì in L’incredibile Ik e che sarebbe poi stata la base umana per creare il clone Thea, grande amore di Rat-Man.
Aima è stata reintrodotta nell’ultima tavola del #113 mentre faceva domande all’eroe su Il Rat-Man, la sua versione gigantesca e spaventosa: anche ora la loro missione è volta a trovare dentro Deboroh questa parte di lui.
Queste incursioni nelle “belle storie di una volta” non sono dunque solo un omaggio al passato ma un passaggio funzionale allo svolgimento della saga: lo conferma anche , che per bocca dell’Ombra fa intuire che il vero Rat-Man è imprigionato nelle vecchie storie, costretto a ripeterle in un loop infinito di ristampe.
Il meccanismo può apparire come un semplice escamotage, ma in realtà si configura come una raffinatezza narrativa che, per quanto non inedita nella narrativa di intrattenimento, potrebbe dar luogo a soluzioni interessanti.
La figura dell’Ombra, incarnata nel mostruoso involucro de Il Rat-Man, rappresenta sicuramente un personaggio magnetico nella sua personalità: lo si nota anche dal disegno di Ortolani, dove abbonda il tratteggio scuro e nelle propaggini nere che partono dal personaggio, sempre rappresentato in modo da dimostrare le sue mastodontiche dimensioni, un piacevole contrasto con lo stile più classico utilizzato per il resto della storia.
Altro pregio del numero sono le considerazioni sulla fede: quando il prete Padre Angelini afferma di avere in realtà solo dubbi, gli viene risposto che:

un uomo che dubita è un uomo che cerca la verità. Non c’è niente di più pericoloso per l’Ombra.

Abbiamo parlato di:
Rat-Man #115 – Il dubbio
Leo Ortolani
, luglio 2016
64 pagine, brossurato, bianco e nero – 2,50 €
ISSN: 9 771828 890005 60115

Rat-Man #115 - Il dubbio (Ortolani)

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

   

Inizio