La promozione di Justice League, l’horror di New Mutants

La promozione di Justice League, l’horror di New Mutants
In questa puntata, la promozione di Justice Leage, l'attesa per New Mutanst e il nuovo film di animazione Fox con le voci di Will Smith e Tom Holland.

Con l’uscita nei giorni scorsi del final trailer di Justice League la Warner Bros. ha aumentato considerevolmente la campagna promozionale intorno alla pellicola sul gruppo di eroi DC Comics diretta da e .

Un ruolo fondamentale di questa campagna la stanno giocando i numerosi licenziatari che, nei mesi scorsi e nelle ultime settimane, hanno stretto accordi con Warner Bros. Consumer Products per la realizzazione di una imponente gamma di offerte su tanti prodotti tra cui giocattoli, oggetti da collezione, abbigliamento, accessori, pubblicazioni, arredamento domestico e ancora di più.
A fare da magnete a queste iniziative è JoinTheLeague.com, un sito specificatamente creato dalla Warner per coinvolgere attivamente i fans e coloro che vogliono conoscere di più della pellicola grazie a una vasta gamma di contenuti esclusivi, attività, giochi e lotterie settimanali, oltre a un primo sguardo ai prodotti ispirati alla pellicola, interviste in diretta e novità cinematografiche.

La major americana e la sua branca commerciale hanno poi stretto collaborazioni con brand quali Mattel, LEGO Group, Rubie’s Costume Co., Funko, Jakks Pacific, Hot Toys, Kotobukiya, Under Armour, Converse, New Era e molti altri e con venditori chiave quali Walmart, Target, Toys ‘R’ Us, Amazon, Gap, Hot Topic e Party City insieme a una vasta gamma di partner globali, regionali e locali, per diffondere il merchandise di Justice League in tutto il mondo.

In Europa, Medio Oriente e Africa, i rivenditori e i partner offriranno una gamma di prodotti che supportano il fim Justice League grazie a brand come Primark, EMP, Tesco, El Corte Ingles, Detsky Mir, Top Toy e Carrefour.
I partner regionali GB Eye e Pyramid International offriranno manifesti e materiale da cancelleria; Panini lancerà uno speciale albo di adesivi del film in tutta la zona EMEA (Europa, Medio Oriente ed Africa ndr), così come in America Latina e nel Nord America. Nel Regno Unito, le catene di negozi Tesco e Asda stanno sostenendo Justice League attraverso categorie chiave, mentre gli specialisti del giocattolo Argos, Smyth’s Toys and Toys ‘R’ Us aiuteranno nella distribuzione delle linee Mattel, LEGO Group, Rubie’s Costume Co., Funko, Jakks Pacific ispirate alla pellicola.

Altri licenziatari di categoria includono Bon Bon Buddies, Smith & Brooks, Global e Aykroyds. In Italia, OVS rilascerà collezioni di abbigliamento ispirati al film mentre Campari introdurrà bevande analcoliche limitate. In Germania, il film vedrà il supporto di Elbenwald e EMP, con un catalogo dedicato a delle specifiche campagne sociali mentre Mauritius realizzerà una collezione di vestiti in cuoio basati sul film. Altri partner includono Müller e Muckle con sculture a grandezza naturale del team di supereroi e Schleich con figurine da collezione.

Justice League ha anche il sostegno di un’ampia lista di licenziatari in Spagna e Portogallo che sviluppano prodotti in diverse categorie chiave, tra cui il la scuola con Cerdá Group, Karactermania e Grupo Erik; abbigliamento e accessori con Inditex e Springfield e prodotti alimentari a tema della Gullón Company.

 

La diffusione del primo trailer di New Mutants ha non solo lanciato ufficialmente la campagna promozionale dello spin-off mutante che vedremo nelle sale ad aprile ma anche confermato la strategia della Fox di volere portare i film tratti dai fumetti in una nuova direzione.

Il trailer ha difatti spiazzato positivamente gli addetti ai lavori e il pubblico di appassionati, che si sono trovati di fronte a qualcosa di decisamente inedito per quanto riguarda questo genere di progetti.
A parte una breve citazione dei mutanti, il teaser ha presentato una ambientazione, non solo a livello narrativo, molto diversa da quello che abbiamo visto finora per quanto riguarda i mutanti Marvel, portando a una contaminazione tra genere horror e supereroistico che potrebbe per alcuni essere una sperimentazione rischiosa, ma non per questo poco interessante e certamente degna di essere tenuta sotto osservazione nei prossimi mesi.
La major americana, che in questi ultimi due anni ha voluto sorprendere con prodotti quali Kingsman, Deadpool e Logan, continua così a volere sovvertire i film tratti dai fumetti e fare qualcosa di nuovo rispetto alle altre major, che aldilà dei successi di critica e pubblico, non cercano la sperimentazione. Non a questi livelli.

newmutantsscene-e1507974435658_Nuvole di celluloide
“Non è un ospedale. E’ una casa stregata”. In questa frase del trailer di New Mutants la svolta per il genere supereroistico da parte della Fox.

Basti pensare a Doctor Strange dei , diretto da un talentuoso regista di film horror quali Scott Derrickson che però si è guardato bene dall’inserire elementi di quel genere nel film sullo stregone supremo, limitandosi a citare fortemente il lato psichedelico delle tavole di Steve Ditko. Questo a prescindere non è un difetto ma dimostra una sorta di prigione creativa che la Fox ha saputo evitare grazie alla scelta dello sceneggiatore e regista Josh Boone, che è riuscito a circondare il progetto sui Nuovi Mutanti di una aurea densa di aspettative molto forte, forse anche superiore a quella per X-Men: Dark Phoenix.

D’altronde, la famiglia cinematografica degli X-Men è reduce dal non eccelso risultato al botteghino di X-Men: Apocalisse, e l’impronta data a New Mutants in queste prime sequenze sembra volere indirizzare il franchise verso una definizione nuova e più adulta, così come rilanciarlo agli occhi del pubblico e degli appassionati.
Come accennato più sopra, sarà interessante analizzare come la major americana porterà avanti la campagna promozionale della pellicola, La via intrapresa rimarrà quella di un film di supereroi contaminato dal gener horror, o a un certo punto il marketing cercherà di virare su una impostazione più vicina al franchise che ha generato la pellicola?

Spies in Disguise

Gli attori e sono entrati a far parte del cast del film di animazione Spies in Disguise. Il progetto è basato su Pigeon: Impossible, un cortometraggio animato realizzato da Lucas Martell nel 2009 che segue un agente segreto che innesca quasi un conflitto globale quando un piccione rimane bloccato in una valigetta nucleare del governo. Il lungometraggio è una produzione Fox Animation, con Blue Sky Studios e Chernin Entertainment che sovrintenderanno il progetto.
Nick Bruno, che precedentemente ha lavorato su Epic e The Peanuts Movie, e Troy Quane, che ha lavorato su Ice Age: In rotta di collisione e il prossimo Ferdinand, co-dirigeranno il film.

Nella nuova versione cinematografica, che è narrativamente differente rispetto al corto a cui è ispirato, vedremo la spia Lance Sterling (doppiato da Will Smith) che si basa su gadget creati da un inventore socialmente ininfluente di nome Walter (doppiato da Tom Holland). Secondo la sintesi della trama dello studio, “quando gli eventi prendono una piega inaspettata, Walter e Lance devono improvvisamente contare l’uno sull’altro in modo completamente nuovo. E se questa strana coppia non può imparare a lavorare come una squadra, tutto il mondo è in pericolo“.

spiesindisguise-e1507973881597_Nuvole di celluloide

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su