“Il Porto Proibito” secondo il musicista Francesco Sbraccia

Il musicista Franesco Sbraccia ha composto “Il Porto Proibito”, musica e testi ispirati all’omonima graphic novel di Stefano Turconi e Teresa Radice.

Comunicato stampa

Fumetti che ispirano musica: il musicista teramano Franesco Sbraccia ha composto “Il Porto Proibito”, un ciclo di pezzi per coro di voci bianche, soprano, voce recitante e dieci strumenti, del quale ha scritto musica e testi ispirandosi all’omonima graphic novel di e , edita da BAO Publishing.

Giovedì 23 novembre, all’Auditorium del Parco de L’Aquila progettato da Renzo Piano, alle ore 18 avrà luogo il concerto finale della residenza artistica di sei mesi messa in palio dalla società dei concerti “B. Barattelli” nell’ambito del progetto “Sillumina” gestito da SIAE e MIBACT. Il musicista teramano Francesco Sbraccia è uno dei 3 compositori residenti, insieme a Paolo Fradiani e Carlo-Ferdinando De Nardis.  Il brano verrà eseguito in prima esecuzione assoluta e sarà diretto dal direttore residente Giordano Ferranti.

Francesco Sbraccia, classe 1990, è diplomato in pianoforte con il massimo dei voti e attualmente studia composizione. Attivo in più direzioni nel mondo musicale, ha recentemente scritto alcuni brani per gli spettacoli “La storia che non si deve raccontare” e “Proprio come Pantani” di S. Sarta dirigendo le musiche in scena, diretto e cantato in numerose formazioni corali e pubblicato un disco da cantautore.
Pagina Facebook: www.facebook.com/francescosbracciamusic

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inizio