Per sempre: la scoperta della “contr’ora”.

Per sempre: la scoperta della “contr’ora”.
“Per sempre” di Assia Petricelli e Sergio Riccardi è la seconda uscita della collana Ariel di Tunué, dedicata alla storia dell'adolescente Viola.

Viola ha 17 anni ed è in vacanza al mare in un paese del sud Italia con la sua famiglia (padre, madre, fratellino) e le sue amiche. Viola è un’adolescente e come tale alle prese con i rapporti d’amicizia con le sue coetanee, con le continue incomprensioni con la madre, e soprattutto con le prime infatuazioni, per cui si chiede continuamente cosa sia l’amore e come riconoscerlo.
Ed è proprio in quest’estate al mare nel pieno degli anni ’90 che Viola trova le prime risposte a questo grande interrogativo, vivendo una serie di esperienze attraverso le quali compie un suo personale percorso di crescita e formazione.per_sempre_margini_autori.indd

Assia Petricelli e Sergio Riccardi ci raccontano l’interiorità di Viola: leggiamo stralci del suo diario, abbiamo accesso ai suoi pensieri, viviamo con lei momenti di dubbio, imbarazzo, ricerca, esplorazione. Se da un lato la giovane donna è circondata da un ambiente sociale che procede per standard predefiniti e luoghi comuni, dall’altro, durante la vacanza, ha la possibilità di entrare in contatto con persone e pensieri nuovi e diversi. Tutto questo avviene in un tempo particolare, quello della “controra” (o come chiede Viola, si scrive con l’apostrofo, “contr’ora?”), il momento della giornata estiva in cui i villeggianti si chiudono nelle loro case a riposare per il troppo caldo. Proprio queste ore si rivelano per Viola il tempo della scoperta e degli incontri: quello con il giovane Ireneo, ragazzo del posto intento a costruire la sua barca e che le mostra i segreti della natura, del paesaggio e del paese, ma anche quello con una matura coppia di lesbiche che la accoglie condividendo con lei consigli ed esperienze che le svelano un mondo completamente sconosciuto.

per_sempre_margini_autori.inddIn Per sempre mondi e mentalità tradizionalmente separati si fondono: Viola matura progressivamente un modo autonomo di pensare, di percepire il vuoto delle frasi fatte, delle paure e degli stereotipi che pervadono la madre, alcune amiche e i ragazzi scioccamente presuntuosi del villaggio vacanze. Non per tutti la strada è lineare come per Viola: c’è chi, nonostante i propri dubbi e la percezione dell’ingiustizia di certi comportamenti non riesce ad esprimere subito la propria volontà, a rifiutare nettamente i giudizi altrui e le provocazioni di chi sembra sapere tutto, ma ha bisogno di più tempo per mettere in discussione gli obblighi sociali a cui pensa di dover ubbidire senza se e senza ma.

Tutto questo e molto di più ce lo raccontano con semplicità e chiarezza gli autori che, dopo Cattive ragazze, proseguono nel loro intento di trasmettere ai più giovani valori chiari e netti allargando i loro orizzonti e proponendo modelli alternativi. Per sempre è un romanzo di formazione, apparentemente una lettura fresca e leggera sviluppata attraverso lo sguardo di un’adolescente, ma che racchiude in realtà temi importanti.

Lo stile del disegno è piuttosto essenziale, con contrasti netti e linee spigolose, ma non rinuncia alla caratterizzazione espressiva dei volti, alla resa dei particolari della natura, delle architetture e dell’urbanistica del paese. Vivacissima è la rappresentazione del diario di Viola e dei disegni che danno sfogo ai suoi pensieri e dei collage infantili del piccolo Stefano. La colonna sonora del libro è quella degli anni ’90, da Vasco Rossi di Brava Giulia, alla dance di Saturday Night, fino al volto di un giovanissimo Damon Albarn che spunta tra le pagine con la sua Girls and Boys.

Nel complesso il volume è un’opera intensa e ricca di contenuti, il cui limite è forse quello di voler trasmettere molti messaggi, senza riuscire sempre ad approfondirli in modo esaustivo.

Diversamente da Cattive ragazze, basato su storie di donne che con il loro coraggio hanno cambiato la storia, stavolta gli autori decidono di concentrarsi sulla vicenda di una ragazza comune che scopre il mondo spinta dalla sua curiosità e intelligenza. Ragazze e ragazzi come Viola sono proprio quelli a cui il libro si rivolge: l’invito è quello a non accontentarsi delle definizioni, ma ad andare oltre con coraggio per diventare persone capaci e consapevoli di poter fare le proprie scelte in libertà.

Abbiamo parlato di:
Per Sempre
Assia Petricelli, Sergio Riccardi
Tunuè, Collana Ariel n.2, 2020
159 pagine, cartonato, colori – 17,50€
ISBN: 9788867903740

 

Cattive ragazze – 15 storie di donne audaci e creative (Petricelli, Riccardi)

 

 

 

 

 

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su