Parliamo di:

Nuvole di Celluloide: Arrow, Jim Steranko e Agents of SHIELD, X-Men: Days of Future Past

In questa nuova puntata di Nuvole di Celluloide, il nostro appuntamento settimanale con i cinecomics, parliamo di Arrow, delle dure opinioni di Jim Steranko su Agents of SHIELD, di X-Men:...
Articolo aggiornato il 23/09/2017

Nuvole di Celluloide: Arrow, Jim Steranko e Agents of SHIELD, X-Men: Days of Future Past

Arrow

Intervistata nei giorni scorsi da CBR, l’attrice Summer Glau ha parlato in maniera dettagliata del ruolo di Isabel Rochev, da lei attualmente interpretato nella seconda stagione di Arrow in onda negli USA, definendolo una sorta di versione femminile di Gordon Gecko (personaggio del film Wall Street interpretato da Michael Douglas ndr) e di come sia stata coinvolta nello show basato sull’eroe DC Comics.

“È divertente. I miei genitori in realtà amano questo show e ricordo che mi avevano appena detto che avrei potuto partecipare alla serie. Appena una settimana dopo, ho ricevuto una e-mail che mi offriva uno story arc in Arrow. Ho letto il personaggio, e ho detto al mio manager: ‘Questo è un ruolo diverso per me. Sono sorpresa che abbiano pensato a me per questo tipo di ruolo’. Avevo pensato che in uno show come Arrow, volessero che io fossi più una eroina d’azione. Così sono andata, e tutto è filato in maniera davvero veloce il primo giorno di riprese, una volta ricevuto il mio script e tutto quanto – e quindi non avevo ancora veramente avuto la possibilità di capire che il mio personaggio esistesse anche nei fumetti . Una volta arrivata sul set, è venuto da me e mi ha detto: ‘Hai avuto la possibilità di guardare il fumetto?’ Quando ho guardato il mio personaggio non potevo credere quanto fredda fosse Isabel. È molto interessante il modo in cui abbiamo iniziato raccontando la sua storia. Abbiamo iniziato nella sala del consiglio, con lei come una potente donna d’affari, ed è stata per me l’occasione come attrice di comunicare il potere e la forza solo attraverso il mio comportamento e le mie parole. È un ruolo differente dal solito per me, e me ne sono innamorata”.

Un personaggio che secondo la Glau ha un certo effetto sul protagonista Oliver Queen, interpretato da Stephen Amell.

“Penso che Oliver ne abbia bisogno. Ha avuto tante donne nella sua vita e un sacco di sfide e diverse relazioni, penso che abbia bisogno di una donna che sia diversa. Lo sta spingendo a mettere più energia negli affari, costringendolo a presentarsi e a prendere più decisioni come capo della società”.

Per quanto riguarda invece il lavoro sul set con il resto del cast, l’attrice ha sottolineato prima di tutto il forte affiatamento tra i vari interpreti, da lei visto come un solido gruppo con cui interagire.

“Sono un gruppo con cui è super semplice lavorare. È così bello e divertente stare con loro. Ma è diverso da altri lavori perché come personaggi regolari c’è un ritmo specifico che ognuno ha nello show. Questa è la cosa principale del lavorare in TV e fare parte della stessa squadra e dello stesso cast per un lungo periodo. C’è un certo ritmo, e quando sei un personaggio ricorrente, vuoi essere in grado di andare al loro passo e camminare assieme a loro. È qualcosa che mi piace, e l’ho già fatto prima. Ho ricoperto tanti ruoli ricorrenti in altri show. Sto scoprendo quanto mi piaccia lavorare con questo cast. Sono molto divertenti e lavorano duro, quindi sono orgogliosa di far parte di questa squadra”.

 

Nuvole di Celluloide: Arrow, Jim Steranko e Agents of SHIELD, X-Men: Days of Future Past

Marvel’s Agents of S.H.I.E.L.D.

Mentre la programmazione di Agents of S.H.I.E.L.D. continua sulla rete ABC, a più di un mese dall’inizio della prima stagione i commenti e le opinioni sul primo esperimento di serie televisiva Marvel non sono dei più lusinghieri. Nonostante infatti il serial abbia dimostrato un buon sviluppo dei personaggi nelle loro interazioni personali, soprattutto negli ultimi episodi, il continuo calo di ascolti sembra sottolineare una delusione di fondo da parte del pubblico, in prevalenza quello degli appassionati Marvel che si aspettavano qualcosa di più. A evidenziare questo aspetto è , celebre disegnatore che negli anni ’70 realizzò un bellissimo e psichedelico ciclo di Nick Fury per la Casa delle Idee, il quale da qualche settimana è il recensore ufficiale di The Hollywood Reporter per quanto riguarda il serial interpretato da .
Steranko non ha usato parole leggere per descrivere in queste settimane lo sviluppo della serie da parte degli sceneggiatori, e con il settimo episodio trasmesso nei giorni scorsi, ha rincarato la dose sostenendo che lo show è diventato “instabile e insoddisfacente al meglio. Irritante nel peggiore dei casi“.
Per l’autore infatti, nonostante gli sceneggiatori abbiano delineato un quadro abbastanza chiaro di cosa lo SHIELD sia, è ancora difficile riuscire a intravedere dove la serie possa arrivare a metà stagione, aggiungendo che il tutto è “parte di una moltitudine di indicazioni stradali che mancano di unità concettuale“. Utilizzando l’esempio del film Quella sporca dozzina di Robert Aldrich, Steranko ha fatto l’esempio di come ci sarebbero numerosi modi di utilizzare i personaggi nello stesso modo che fece Aldrich, senza rendere il tutto alquanto prevedibile e noioso, ma non solo.
Steranko infatti suggerisce che la serie potrebbe ogni settimana affrontare minacce come quelle di un mutante, un’entità aliena, o superpoteri di ogni livello, anche se ciò richiederebbe una scrittura virtuosistica e effetti speciali muscolari per evitare di essere ripetitivo. Allo stesso tempo propone di utilizzare il concetto delle “origini settimanali”, mostrando l’origine di nuovi personaggi. Un elemento che lo collegherebbe profondamente alle sue radici nel Marvel Universe, capitalizzando su un tema molto presente nel genere, da lui considerato spesso l’aspetto più convincente dei film di supereroi e fonte del loro successo negli ultimi anni.

 Nuvole di Celluloide: Arrow, Jim Steranko e Agents of SHIELD, X-Men: Days of Future Past

X-Men: Days of Future Past

Intervistata nei giorni scorsi da IGN, l’attrice ha avuto modo di parlare brevemente di X-Men: Giorni di un futuro passato e in particolare del personaggio di Mystica da lei interpretato, spiegando a che punto della sua vita la troveremo dopo gli eventi del primo film.

“Quando troviamo Raven, lei si è separata da Eric e Charles ed è una specie di agente solitario. Ha una missione, cercare di assassinare qualcuno, e sarà la sua prima uccisione. Per come l’abbiamo vista nel futuro e sapendo cosa lei diventerà, sarà una specie di punto di svolta per lei”.

Intanto, tramite il suo account su twitter, il regista ha postato alcuni giorni fa una immagine riguardante una sessione di ADR (additional dialogue recording ndr) durante la post-produzione della pellicola.

Nuvole di Celluloide: Arrow, Jim Steranko e Agents of SHIELD, X-Men: Days of Future Past

 

 

Nuvole di Celluloide: Arrow, Jim Steranko e Agents of SHIELD, X-Men: Days of Future Past

Kite

L’adattamento cinematografico dell’anime di Yasuomi Umetsu diretto da è stato uno dei protagonisti dell’American Film Market. La pellicola con protagonisti India Eisley e ha inanellato una serie di vendite per il mercato internazionale. La produzione del film infatti ha firmato una serie di accordi per la distribuzione con la Rentrak pr il Giappone, Tiberius in Germania, Ascot Elite in Svizzera, Noori in Corea del Sud e Vietnam, SWEN per l’America Latina, Forum Film per l’Europa dell’Est e Israele, Odeon in Grecia, PT Amero in Indonesia, Soundspace in Malaysia, The Tanweer Group in Turchia, All Media per Russia, Dagur Group in Islanda, Lusomundo in Portogallo, Golden Village per Singapore, Major Cinepictures in Thailandia, Captive per le Flippine, Italia Film International per il Medio Oriente, e Star TV per la Pan-Asian television.

Intervistato nei giorni scorsi da Cinefilos, il regista Guillermo Del Toro ha fornito un breve aggiornamento sullo status di Justice League Dark, aggiungendo che il progetto farebbe parte dei piani della Warner Bros. per un universo cinematografico più vasto.

“Siamo ancora impegnati nella scrittura di Justice League Dark e speriamo che possa concretizzarsi presto, ma non ci sono nuovi sviluppi. Alla Warner Bros., stanno facendo piani per l’intero universo DC. Tutti i supereroi , tutte le mitologie, e quindi anche la Justice League Dark. Stanno pianificando serie TV, film, sviluppi per tutti i mezzi di comunicazione, per cui dobbiamo fare parte della struttura che stanno realizzando”.

Questa è la prima volta che viene inteso che anche il progetto di Del Toro possa fare parte degli sforzi della major di costruire un universo più coeso, anche se al momento non vi è stata una conferma indipendente oltre a quella del regista.

 Cinebrevi

Il network FX ha acquistato i diritti televisivi per la trasmissione di , il sequel sul Dio del Tuono da pochi giorni nelle sale americane.

Riprese di  si sono svolte nei giorni scorsi a Brooks, una cittadina della Contea di Fayette, in Georgia.

Secondo indiscrezioni riportate dal blog HarlemBeSpoke riprese di Annie alla Maison Harlem tra la 127ma strada e Nicholas Avenue.

Un utente di Reddit riporta che il suo appartamento a Baton Rouge sarà utilizzato per le riprese del reboot sui , aggiungendo che le riprese inizieranno il prossimo marzo.

1 Commento

1 Commento

  1. Alessandro

    17 novembre 2013 a 11:31

    seh vabbè Steranko… un personaggino nuovo a settimana, credici.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inizio