Il nuovo corso della Coconino Press

Ratigher illustra il futuro della Coconino Press: tante le novità e i fumetti annunciati.

Con un messaggio di , successore di Igort come direttore editoriale di , sono state annunciate le novità del nuovo corso che intraprenderà la casa editrice bolognese. Tra consolidamento di una posizione e di una identità ormai affermata e ricerca di nuove strade, nel lungo messaggio l’autore si sofferma sui cambiamenti interni, sulle nuove divisioni editoriali e sui titoli in uscita da fine 2017 e per tutto il 2018.

Non prediligeremo un filone piuttosto che un altro, pubblicheremo biografie, fantascienza, storie romantiche, thriller… e tutti i possibili ibridi, ma cercheremo i nostri libri tra quelli degli autori e autrici più selvaggi e ambiziosi. Storie che siano raccontabili solo a fumetti o che esprimano il massimo del loro potenziale con questo linguaggio. Apriremo anche a racconti con numero di pagine minori rispetto alla media delle graphic novel odierne, convinti che il presente e il futuro del fumetto trovi nelle short novel uno dei terreni di sviluppo più freschi e sorprendenti.

Nuova redazione e ruoli

Ratigher sottilnea l’importanza della redazione, in parte confermata e in parte rinnovata. Accanto alla direttrice commerciale Maria Grazia Zulli, l’ufficio stampa Luca Baldazzi e il senior editor Giovanni Ferrara e al ritorno di Leonardo Guardigli come art director si affiancano Oscar Glioti nella veste di capo redattore, la responsabile dei diritti esteri Alessandra Sternfeld, la responsabile dei nuovi progetti Chiara Palmieri e l’assistente alla direzione commerciale Silvia Paino. Presidenti Ilaria Bonaccorsi, Ivan Gardini e Domenico Procacci.

La redazione avrà il compito di seguire più da vicino gli autori fin dalla progettazione delle opere. Per far questo, viene annunciato che:

Nella redazione di Coconino ci saranno []… anche tre “Maghi”, tre professionisti di comprovata eccellenza in diversi ruoli editoriali che avranno il compito di percepire il potenziale dell’opera e suggerire gli sviluppi più arditi.

Questo ruolo sarà ricoperto da LRNZ, Paper Resistance e Gipi.

Collane e divisioni

Coconino Press dividerà le proprie pubblicazioni in tre divisioni: Coconino Cult, Coconino Warp e Coconino Flag, divisione basata non sui contenuti quanto sui formati. La Divisione Cult proseguirà i tipici formati 17 x 24 e 21,5 x 29 brossurati. La Divisione Warp darà spazio alla sperimentazione, libri fuori formato con soluzioni cartotecniche e grafiche per offrire oggetti-libro di alta qualità. La Divisione Flag porterà in Coconino Press il progetto editoriale ideato dallo stesso Ratigher con Flag Press, fumetti in formato poster 70 x 100.

Parlando delle collane, esse avranno una identità precisa e circostanziale, a partire dalla collana Gekiga diretta da Vincent Filosa. Proprio per quanto riguarda i manga, Filosa sarà affiancato da due nuovi collaboratori, Paolo La Marca e Livio Tallini, con il compito di ampliare l’offerta dell’editore.

I titoli annunciati

Tantissimi i titoli annunciati, ci limitiamo a un rapidissimo elenco:

  • Stupor Mundi di Nejib
  • Paesaggio dopo la battaglia di Lambé e Pierpont
  • Faremo senza di Manu Larcenet (tradotto e introdotto da Zerocalcare).
  • Colville di Steven Gilbert
  • Market Day di James Sturm
  • How to survive in the north di Luke Healy (inizio della collaborazione con l’inglese No Brow)
  • il primo volum di Tomino la dannata. la nuova serie Maruo Suehiro
  • Luna del mattino di Francesco Cattani
  • Limoni di Emanuele Rosso
  • Il cacciatore Gracco di Martoz
  • 676 apparizioni di Killofer
  • Fortezza Pterodattilo di Ratigher
  • Cosplayers di Dash Shaw
  • la nuova edizione di Appunti per una storia di guerra di Gipi
  • il ritorno delle avventure di Megg, Mogg e Owl di Simon Hanselmann in formato poster
  • Demon di Jason Shiga (prima volta con la statunitense First Second)
  • la nuova opera in quattro volumi di Vincenzo Filosa e co-sceneggiato da Nicola Zurlo
  • Il secondo e conclusivo volume del Viaggiatore Distante di Otto Gabos
  • Avventure rocambolesche di Manu Larcenet
  • Bottomless belly button di Dash Shaw

E ancora, i nuovi lavori di Lorenzo Ghetti, Dr. Pira e il duo Taddei e Angelini, Maicol&Mirco, Thomas Campi, Alessandro Tota e Davide Toffolo e gli esordienti Zuzu, Miguel Angel Valdivia e Vittoria Moretta, oltre a nuovi volumi di Noah Van Sciver e Simon Hanselmann e alla riproposta in edizione di prestigio dell’opera di Filippo Scozzari.

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inizio