Il nuovo corso della Coconino Press

Il nuovo corso della Coconino Press
Ratigher illustra il futuro della Coconino Press: tante le novità e i fumetti annunciati.

Con un messaggio di Ratigher, successore di Igort come direttore editoriale di Coconino Press, sono state annunciate le novità del nuovo corso che intraprenderà la casa editrice bolognese. Tra consolidamento di una posizione e di una identità ormai affermata e ricerca di nuove strade, nel lungo messaggio l’autore si sofferma sui cambiamenti interni, sulle nuove divisioni editoriali e sui titoli in uscita da fine 2017 e per tutto il 2018.

Non prediligeremo un filone piuttosto che un altro, pubblicheremo biografie, fantascienza, storie romantiche, thriller… e tutti i possibili ibridi, ma cercheremo i nostri libri tra quelli degli autori e autrici più selvaggi e ambiziosi. Storie che siano raccontabili solo a fumetti o che esprimano il massimo del loro potenziale con questo linguaggio. Apriremo anche a racconti con numero di pagine minori rispetto alla media delle graphic novel odierne, convinti che il presente e il futuro del fumetto trovi nelle short novel uno dei terreni di sviluppo più freschi e sorprendenti.

Nuova redazione e ruoli

Ratigher sottilnea l’importanza della redazione, in parte confermata e in parte rinnovata. Accanto alla direttrice commerciale Maria Grazia Zulli, l’ufficio stampa Luca Baldazzi e il senior editor Giovanni Ferrara e al ritorno di Leonardo Guardigli come art director si affiancano Oscar Glioti nella veste di capo redattore, la responsabile dei diritti esteri Alessandra Sternfeld, la responsabile dei nuovi progetti Chiara Palmieri e l’assistente alla direzione commerciale Silvia Paino. Presidenti Ilaria Bonaccorsi, Ivan Gardini e Domenico Procacci.

La redazione avrà il compito di seguire più da vicino gli autori fin dalla progettazione delle opere. Per far questo, viene annunciato che:

Nella redazione di Coconino ci saranno []… anche tre “Maghi”, tre professionisti di comprovata eccellenza in diversi ruoli editoriali che avranno il compito di percepire il potenziale dell’opera e suggerire gli sviluppi più arditi.

Questo ruolo sarà ricoperto da LRNZ, e Gipi.

Collane e divisioni

Coconino Press dividerà le proprie pubblicazioni in tre divisioni: Coconino Cult, Coconino Warp e Coconino Flag, divisione basata non sui contenuti quanto sui formati. La Divisione Cult proseguirà i tipici formati 17 x 24 e 21,5 x 29 brossurati. La Divisione Warp darà spazio alla sperimentazione, libri fuori formato con soluzioni cartotecniche e grafiche per offrire oggetti-libro di alta qualità. La Divisione Flag porterà in Coconino Press il progetto editoriale ideato dallo stesso Ratigher con Flag Press, fumetti in formato poster 70 x 100.

Parlando delle collane, esse avranno una identità precisa e circostanziale, a partire dalla collana Gekiga diretta da Vincent Filosa. Proprio per quanto riguarda i manga, Filosa sarà affiancato da due nuovi collaboratori, Paolo La Marca e Livio Tallini, con il compito di ampliare l’offerta dell’editore.

I titoli annunciati

Tantissimi i titoli annunciati, ci limitiamo a un rapidissimo elenco:

  • Stupor Mundi di Nejib
  • Paesaggio dopo la battaglia di Lambé e Pierpont
  • Faremo senza di (tradotto e introdotto da ).
  • Colville di Steven Gilbert
  • Market Day di James Sturm
  • How to survive in the north di Luke Healy (inizio della collaborazione con l’inglese No Brow)
  • il primo volum di Tomino la dannata. la nuova serie
  • Luna del mattino di Francesco Cattani
  • Limoni di
  • Il cacciatore Gracco di
  • 676 apparizioni di Killofer
  • Fortezza Pterodattilo di Ratigher
  • Cosplayers di Dash Shaw
  • la nuova edizione di Appunti per una storia di guerra di Gipi
  • il ritorno delle avventure di Megg, Mogg e Owl di Simon Hanselmann in formato poster
  • Demon di Jason Shiga (prima volta con la statunitense First Second)
  • la nuova opera in quattro volumi di Vincenzo Filosa e co-sceneggiato da Nicola Zurlo
  • Il secondo e conclusivo volume del Viaggiatore Distante di
  • Avventure rocambolesche di
  • Bottomless belly button di Dash Shaw

E ancora, i nuovi lavori di Lorenzo Ghetti, Dr. Pira e il duo Taddei e Angelini, Maicol&Mirco, , Alessandro Tota e e gli esordienti Zuzu, Miguel Angel Valdivia e Vittoria Moretta, oltre a nuovi volumi di Noah Van Sciver e Simon Hanselmann e alla riproposta in edizione di prestigio dell’opera di Filippo Scozzari.

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.