“New Panoptikon” ep. 1: di Bjorn Giordano e Silvia Alcidi (Becoming X)

“New Panoptikon” ep. 1: di Bjorn Giordano e Silvia Alcidi (Becoming X)
Lo Spazio Bianco è orgoglioso di ospitare "New Panoptikon", il nuovo progetto fumettistico del collettivo Becoming X.

New Panoptikon significa far nascere un progetto dall’isolamento forzato di questi due anni come riflessione su tale condizione proiettandola in un futuro molto molto distante. Una condizione alla quale potrebbe essere soggetta una parte della popolazione umana di questo futuro immaginario.
Trasformare l’isolamento come “spazio bianco” da riempire con le proprie speculazioni e sul quale riflettere grazie alla costellazione di rapporti che l’essere parte del Collettivo  fin dagli esordi comporta.

Nessuna idea o progetto nascono nel vuoto ma sono in genere anelli di una catena di eventi nata grazie alla possibilità di sperimentare sul Lo Spazio Bianco con  One Shot e dalla profonda convinzione che proprio mentre attorno a noi sperimentiamo il collasso di ciò che fino ad un momento prima si percepiva come stabile, abbiamo il dovere di diventare audaci.

In esclusiva per Lo Spazio Bianco ecco l’episodio 1 di New Panoptikon, il nuovo progetto fumettistico del collettivo artistico .

Leggi l’episodio 0

New Panoptikon ep. 1 – Cella X911

Silvia Alcidi

Silvia Alcidi nasce nel 1995, ma si sente da subito come uscita dal gioco Jumanji. Frequenta per un anno l’Accademia di Belle Arti “Pietro Vannucci” di Perugia, ma si trasferisce a Roma e si diploma alla . Fa parte del collettivo dal 2019, lo stesso anno della prima tinta sbagliata ai capelli. Nel 2021 ha preso parte al fumetto corale autoprodotto “Comportati Bene”, il cui ricavato è stato devoluto all’Associazione Suns. Sempre nel 2021 viene menzionata dalla giuria per il Concorso Internazionale per Nuovi Autori del Treviso Comic Book Fest. Nel tempo libero uccide piante, ma con la convinzione di amarle troppo.

 

IL COLLETTIVO 

 è un collettivo di artisti, disegnatori, fumettisti, designer, stampatori artigiani e musicisti.
Il progetto di  è unire, in performance dal vivo, arte visuale e sonorizzazione musicale, utilizzando tutte le discipline del disegno: muralismo, pittura, disegno su carta e disegno digitale, animazioni dal vivo, serigrafia, calcografia, su tutti i supporti pensabili e disponibili.
è stato ospite e ha organizzato eventi in autonomia in diverse location: nei cinema, nei  rock, nei  culturali, in ognuno dei quali ha modulato il proprio progetto d’intervento secondo le potenzialità e le peculiarità dell’evento stesso.

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna su