Netflix – La featurette di Locke & Key, “Dal fumetto allo schermo”

Netflix – La featurette di Locke & Key, “Dal fumetto allo schermo”
Nuova featurette per l'attesa serie tratta dal fumetto pubblicato da IDW.

rilascia oggi una speciale featurette dietro le quinte della serie originale disponibile in tutti i Paesi in cui il servizio è attivo dal 7 febbraio 2020.

 

In questa featurette, i produttori esecutivi Joe Hill e Carlton Cuse raccontano nel dettaglio il percorso del lancio televisivo di questo leggendario fumetto. Locke & Key è il fumetto più venduto di IDW scritto da Joe Hill e illustrato da Gabriel Rodriguez.

Sinossi

Dopo che il padre viene assassinato in circostanze misteriose, i tre fratelli Locke e la madre si trasferiscono nell’antica casa di famiglia, Keyhouse. Qui trovano una serie di chiavi magiche che potrebbero essere collegate alla morte del padre. Mentre i Locke studiano le diverse chiavi e i loro poteri straordinari, un misterioso demone si risveglia e non si fermerà davanti a nulla per rubarle. Creata da Carlton Cuse (Lost, Bates Motel) e Meredith Averill (Hill House), la serie è una storia di formazione mistery sull’amore, sulla perdita delle persone care e sui legami duraturi che definiscono la famiglia.

Locke & Key  su Netflix è il tanto atteso adattamento televisivo dell’omonima serie di fumetti best-seller di Joe Hill e Gabriel Rodriguez per i IDW comics.

Nel cast di Locke & Key  Darby Stanchfield (Scandal) nel ruolo di Nina Locke, (IT: Capitolo 1 e IT: Capitolo 2) nel ruolo di Bode Locke, (American Crime) nel ruolo di Tyler Locke, Emilia Jones (Horrible Histories) nel ruolo di Kinsey Locke, Bill Heck (La Ballata di Buster Scruggs) nel ruolo di Rendell Locke, Laysla De Oliveira nel ruolo di Dodge, Thomas Mitchell Barnet nel ruolo di Sam Lesser, Griffin Gluck (American Vandal) nel ruolo di Gabe, Coby Bird nel ruolo di Rufus Whedon.

I produttori esecutivi di Locke & Key sono: Carlton Cuse, Meredith Averill, Aron Eli Coleite, Joe Hill, Chris Ryall con Lydia Antoni e Ted Adams per IDW, Lindsey Springer per Genre Arts, Andy Muschietti, Barbara Muschietti, David Alpert e Rick Jacobs per Circle of Confusion, Tim Southam, John Weber e Frank Siracusa per Take 5.

 

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su