Nathan Never #348 – Il cimitero dei giganti (Medda, Giardo)

Nathan Never #348 – Il cimitero dei giganti (Medda, Giardo)
Continua su Nathan Never il ciclo "Intrigo Internazionale" con una storia adrenalinica a base di robot giganti.

nathan_never_348_coverDopo aver lasciato l’Agenzia Alfa ed essersi trasferito a Tropical City, dove ha aperto la sua agenzia privata, Nathan Never si sposta nella Prima Repubblica Orientale. Il cimitero dei giganti è infatti ambientato a New Tokyo e vede l’eroe dai capelli bianchi muoversi sulle tracce del movimento Black Scarf che, con il dirottamento del Phileas, ha dato il via all’Intrigo Internazionale che dà il titolo al ciclo.
Sceneggiato da (burattinaio della saga insieme a Bepi Vigna) e disegnato da , l’albo racconta un Nathan particolarmente riflessivo alle prese con la ricerca di un ex tester di videogames, forse collegato al traffico d’armi sul quale deve far luce. Il risultato è un’indagine davvero adrenalinica, anche se avida di colpi di scena, con tanto di enormi robot.
Perfettamente a suo agio Giardo, che disegna con il suo stile classico scenari ricchi di dettagli ipertecnologici e personaggi particolarmente curati nella gestualità e nell’espressività. Splendide le sequenze d’azione, che culminano in alcune notevoli tavole a tutta pagina con protagonisti i robot giganti.
I disegni seguono una sceneggiatura lineare ma densa di eventi, che non disdegna l’utilizzo di gabbie con quattro o cinque strisce. La trama si sviluppa intorno alle didascalie con i pensieri di Nathan, a tratti filosofeggianti, che nella maggioranza dei casi aggiungono profondità al personaggio ma che in rari passaggi appaiono superflue rispetto a immagini di per sé esaustive.

Abbiamo parlato di:
#348 – Il cimitero dei giganti
Michele Medda, Sergio Giardo
, maggio 2020
96 pagine, brossurato, bianco e nero – 3,90 €
ISSN: 977112157300100348

nathan_never_348_INT

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su