Nasce Neuróptica. Estudios sobre el cómic

Nasce Neuróptica. Estudios sobre el cómic
È uscito il primo numero della rivista accademica pubblicata dall’Università di Saragozza, interamente dedicata agli studi sulla nona arte.

Neuroptica 1È uscito il primo numero di “Neuróptica. Estudios sobre el cómic“, rivista accademica pubblicata dall’Università di Saragozza e interamente dedicata agli studi sulla nona arte. La rivista – diretta da Julio A. Gracia – si caratterizza per ospitare testi che abbiano come oggetto di studio il fumetto, analizzato attraverso qualsiasi approccio disciplinare, ed è leggibile e scaricabile gratuitamente dal proprio sito.
Si tratta di una rinascita per “Neuróptica”: il suo “primo ciclo” vedeva infatti la luce nel 1983 grazie allo studioso e fumettista Antonio Altarriba, in un’operazione che seguiva le Jornadas Culturales del Cómic svoltesi in quegli anni nel capoluogo aragonese. I cinque numeri realizzati tra 1983 e 1988 ospitarono interventi teorici di ricercatori sia spagnoli che internazionali, aspirando a porsi come punto di riferimento per la ricerca teorica sulla nona arte. A garantire la continuità con la rivista originaria la presenza di Altarriba come direttore onorario di questa “seconda epoca”.

Inaugurato da un omaggio al primo ciclo di “Neuróptica”, il primo numero si apre con una sezione monografica dedicata alla produzione fumettistica spagnola durante la Transizione, periodo particolarmente fertile per la produzione comiquera in Spagna. Seguono le sezioni di varia – dedicata ad approfondimenti sul fumetto iberico e non solo – e quella dedicata alle recensioni di pubblicazioni scientifiche sulla nona arte.
“Neuróptica” è pubblicata tramite l’Open Journal System (OJS) e tutti i suoi articoli passano attraverso un rigoroso processo di revisione a doppio cieco. La pubblicazione è scientificamente approvata e sostenuta dalla Fundación El arte de volar; dal progetto di ricerca I+D “Estudio de la cultura audiovisual del Tardofranquismo (1970-1975). Proceso de modernización y transiciones en cine, fotografía, televisión, cómic y diseño”; dal gruppo di ricerca “Japón y España: Relaciones a través del Arte” e dai gruppi di riferimento del governo d’Aragona Japón y Vestigium. Conta inoltre sulla collaborazione del Dipartimento di Storia dell’Arte dell’Università di Saragozza.

Il lancio di “Neuróptica” è accompagnato da un Call for Paper per il secondo numero della rivista, aperto a tutti i ricercatori interessati. Verranno presi in considerazione gli articoli inviati entro il 15 giugno 2020 in lingua spagnola, francese, italiana o portoghese. È possibile mandare interventi per le sezioni: varia (testi che hanno come oggetto di studio il fumetto, con qualsiasi approccio disciplinare); recensioni di pubblicazioni scientifiche; monografica.

Sotto il titolo “Dalla pagina bianca allo spazio filmico” e con la direzione di Gonzalo Pavés (professore presso l’Università de la Laguna, Tenerife), l’intento della sezione monografica di questo numero sarà quello di riflettere, in senso ampio, sulle relazioni tra la nona arte e il settore audiovisivo.
Tra i temi di analisi che la rivista si propone di indagare, le differenze e le similitudini tra le due arti, figlie di una stessa epoca. A livello industriale entrambe derivano da grandi invenzioni e progressi tecnologici. Il cinema parte dallo sviluppo della tecnica fotografica e il fumetto dall’apparizione di migliori tecniche di stampa, che permettono la riproduzione di immagini sulla carta stampata. Si propongono come spunti di analisi le assonanze tra elementi del linguaggio o le differenze negli spazi di rappresentazione e di lettura, la modellazione del tempo o l’uso dell’ellissi.
Saranno inoltre inclusi nel monografico testi dedicati ad adattamenti, in entrambi i sensi, tra i due mezzi di comunicazione. Dal fumetto al cinema, dal fotogramma alla vignetta: cosa si adatta quando si traspone una storia a fumetti al grande schermo? La narrazione o il suo stile visivo? Nel fumetto questi due elementi sono inseparabili. Nella perfetta unione di testi e immagini si trova l’essenza espressiva propria della nona arte, ciò che la separa dalle altre. Seguendo lo stesso ragionamento, come si traspone un film su una pagina bianca? I viaggi di andata e ritorno tra questi due mezzi espressivi andranno esplorati in maniera dettagliata e rigorosa, con un approccio interdisciplinare e multidisciplinare.

Maggiori informazioni sulle norme di scrittura e sull’invio dei testi sono consultabili sul sito della rivista: https://papiro.unizar.es/ojs/index.php/neuroptica.

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su