Monstress #2 – Sangue (Liu, Takeda)

Monstress #2 – Sangue (Liu, Takeda)
Mondadori Oscar Ink pubblica il secondo volume della saga dark fantasy incentrata sul viaggio di Maika Halfwolf alla scoperta delle sue origini in compagnia di demoni, antichi dei e spettri che invocano vendetta.

cover-monstress-sangue_BreVisioni Il secondo volume di Monstress, scritto da Marjorie Liu e disegnato da Sana Takeda, si conferma un fantasy dalle tinte cupe e marcatamente horror. Maika Halfwolf, insieme alla piccola mezza volpe Kippa e al gatto guerriero, il nekomancer Ren, arrivano fino a Thyria, nella valle dei templi, in cui incontrano dei vecchi amici della madre di Maika, Moriko, arcanici dalle sembianze di tigre. Qui i tre viaggiatori si imbarcano nel Jolly Ravager, la nave pirata del capitano Syryssa, verso l’Isola delle Ossa, luogo mistico in cui l’arcanica spera di ricevere informazioni su sua madre e sul demone che infesta il suo corpo fin dalla Guerra di Costantine.

Se il primo volume ha favorito una sceneggiatura più descrittiva del Mondo Conosciuto e delle fazioni che si spartiscono i suoi confini, il secondo capitolo della saga ha invece un andamento più avventuroso, un viaggio dell’eroe tipico del fantasy accompagnato da innumerevoli nemici, fisici e metafisici. Le creature presentate nelle vignette e nelle ampie splash page hanno tutte dei richiami al mondo del fantasy classico, ci sono infatti sirene, uomini e donne pesce, spiriti e dei zoomorfi cui Sana Takeda riesce a imprimere uno stile personale a cavallo fra il manga e l’illustrazione tradizionale nipponica. La colorazione digitale è cupa e opaca, a supporto di un’ambientazione soffocante e misteriosa, proprio come la storia narrata.

Il fumetto incentrato sulle vicende della Mezzalupa è valso alle sue autrici i prestigiosi Premio Hugo e British Fantasy Award nel 2017: un dark fantasy originale se non nelle vicende (guerra, viaggio e ricerca di artefatti magici sono dei topoi di genere) sicuramente nello studio grafico dei personaggi, anche se l’impressione del lettore è che la storia proceda in maniera molto contorta, fra presente e passato, a discapito dell’empatia e dell’approfondimento psicologico dei personaggi, tutti accomunati da una crudeltà più o meno accentuata  ad eccezione della piccola Kippa, che si rivela l’unico personaggio innocente della storia.

Abbiamo parlato di:
Monstress volume due – Sangue
Marjorie Liu, Sana Takeda
Traduzione di: Alessandra di Luzio
Mondadori Oscar Ink, 2017
152 pagine, cartonato, colori  – € 19,00
ISBN: 9788804680949

vignetta-monstress_BreVisioni

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su