Milton Caniff – Male Call

Milton Caniff – Male Call
In pieno secondo conflitto mondiale, ogni soldato americano riesce a sognare grazie al genio di Milton Caniff, che con Miss Lace crea uno dei personaggi più sexy ed iconici del fumetto.
81F428ED-7914-480F-A025-8BA7EE654208
,1979 (USA, id, 1942)

Una bella ragazza si guarda sempre con piacere”.
( a proposito di Miss Lace)

1E1231E3-8538-4BB0-9B70-8FA8BA311CE9
Il grande Milton Caniff mentre disegna Miss Lace servendosi di una modella.

Quando tengo i miei corsi di fumetto esorto costantemente i ragazzi a copiare i grandi maestri del passato.
Nel loro disegno c’era qualcosa di magico, d’irripetibile.
È come se fossero stati bagnati a un elisir di lunga vita, che li renda capaci d’emozionarci ogni volta che sfogliamo le pagine di qualche volume ripescato in biblioteca.

Dei tanti maestri due sono stati quelli che si sono spartiti il periodo d’oro dei fumetti, la cosiddetta golden age, grazie all’immenso talento stilistico che li contraddistingueva nettamente: da una parte e il suo realismo, dall’altra Milton Caniff con il suo espressionismo.

Mi diverte provocare i miei allievi mettendo in contrapposizione, sotto i loro occhi, le tavole dei due cartoonist americani: se, da un lato, copiando il Gordon di Raymond si fanno le ossa disegnando personaggi resi con grande realismo figurativo, con Caniff subiscono una vigorosa sterzata mentre si sforzano di riprodurne lo stile impressionista.

Stile che con la serie Male Call si carica di un grottesco che farà scuola a tutta una generazione di artisti.
Male Call si può definire una sorta di spin off della più nota serie Terry e i pirati, che Caniff ideò e pubblicò nel 1934 ottenendo un grande successo di pubblico.

BCA10B49-2998-4AFD-8904-E4D057632228
Miss Lace: difficile non guardare

In Male Call ci sono due protagonisti assoluti: uno era l’esercito americano in pieno conflitto mondiale e l’altra la sensualissima Miss Lace, sogno proibito di tutti i soldati al fronte. Infatti una delle particolarità di questa bellissima serie era proprio quella d’essere riservata unicamente a tutti gli uomini che vestivano una divisa e che venivano spediti (spesso senza farvi ritorno) nelle zone calde in piena seconda guerra mondiale. E vista la pericolosità di tale obbligo, quale miglior premio se non quello di vedere una bomba sexy sulle pagine dei quotidiani militari al ritorno in branda?

Prendete il volto di Betty Grable e unitelo al corpo di Rita Hayworth ed ecco Miss Lace, la pin up più bella del mondo del fumetto, protagonista di spassose strisce autoconclusive leggermente piccanti ma sempre nei limiti consentiti in quegli anni al fine di non infastidire il rigido codice morale americano.

ACFA27AA-F95F-4484-A6F1-D9D7A1A55214
Alcune tra le pose più famose dell’eroina di Milton Caniff.

La nostra bella protagonista non è avara di baci e abbracci appassionati, civetta con i soldati e partecipe di qualche sequenza audace ma alla fine si ride sempre. Il tutto in pieno svolgimento del secondo conflitto mondiale che, naturalmente, non veniva mai rappresentato qual era veramente. Non c’era la necessità di ricordarlo ai soldati. Con la brunetta di carta più sensuale d’America, la guerra assumeva di certo un peso diverso e l’intero corpo dell’esercito veniva catturato da tale sensualità sia sulla carta stampata che nella vita reale.

E Caniff, da grande maestro qual era, si divertiva a provocare il lettore con il suo tratto formidabile che riusciva a dotare Miss Lace di una fortissima carica erotica.

CA973A8B-12EA-4F05-9A18-F0AF9A455D34
Due strip di Male Call.

Con la fine della guerra nel 1946 ci fu anche il triste congedo della brunetta sexy che diceva addio per sempre ai suoi amati commilitoni pronta a conquistare, negli anni a venire, una vasta fetta di pubblico d’oltreoceano giungendo anche in Italia nel 1979 grazie alla Comic Art di Rinaldo Traini; io avevo 15 anni quando acquistai il volume consigliato e ne rimasi immediatamente conquistato.

Ma come si fa a non essere conquistati dall’arte di Milton Caniff?

B85B6E9D-1871-4C2E-B301-DF607C966E2C
La prima versione della strip Male Cale: la bionda Burma.


Inizialmente la striscia umoristica aveva come protagonista la bionda Burma, personaggio molto sexy della serie Terry e i pirati. Ma le proteste del syndacate (che deteneva i diritti del personaggio) non si fecero attendere e Caniff dopo poche strisce introdusse Miss Lace che divenne la protagonista assoluta.

Un grande omaggio al sensuale personaggio di Caniff venne fatto dallo scrittore Yann Le Pennetier e dal disegnatore Philippe Berthet che nel 1994 realizzarono la serie francese Pin-up; protagonista di questo fumetto è una ragazza, Dottie, che si ritrova a far da modella per un disegnatore di fumetti, Milton (guarda che coincidenza) creatore del personaggio di Poison Ivy che praticamente è una copia perfetta di Miss Lace. Insomma una vera dichiarazione d’amore dei due autori francesi per il lavoro di Caniff.

Edizione Consigliata

Meno male che al tempo c’era chi, a distanza di cinquant’anni, si ricordava di questi capolavori e li ristampava per i nostalgici e per le nuove generazioni; questa edizione di Comic Art (Collana Yellow Kid n. 53) del compianto Rinaldo Traini, a oggi, è l’unica pubblicata in Italia.

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su