Marina Girardi: vedi Napoli Comicon e…

Marina Girardi: vedi Napoli Comicon e…
Marina Girardi (per BeccoGiallo)

logo_lsb_comicon

, disegnatrice, è autrice insieme a de L’Argine (BeccoGiallo, 2016), storia a fumetti sulla resistenza che verrà presentato a 2016.
Ddiplomatasi al corso di Fumetto e Illustrazione all’Accademia di Belle Arti di Bologna, ha vinto nel 2008 il premio , Festival internazionale del fumetto di realtà di Ravenna, con il progetto del libro a fumetti Kurden People (, 2009; tradotto in Francia da L’Agrume Edition). Ha pubblicato Appennino (Comma 22, 2010), Tutta discesa (Comma 22, 2013), Capriole (, 2015).

marina-girardi-830x376

Ne “L’argine” si parla di guerra e della Resistenza antifascista attraverso gli occhi del bambino protagonista. Avete sentito il bisogno di uno sguardo innocente per parlare di un argomento così duro e, purtroppo, attuale, e perchè?
Quando ci liberiamo dalle sovrastrutture ci avviciniamo alla sostanza delle cose, come fanno i bambini. L’innocenza dello sguardo per me sta nel vedere il mondo nel suo aspetto fluido, in continua metamorfosi e contaminazione,  i fili che collegano tutto. E questo sentirsi connessi credo sia il presupposto per i sentimenti umani come l’empatia, la compassione, la cura reciproca. Oggi come non mai abbiamo bisogno di ritrovare questa dimensione per uscire da quegli schemi che tendono a distorcere il nostro sguardo sul mondo e a disumanizzarci di conseguenza. Ecco perchè penso servano sguardi bambini che guardino alla storia passata per illuminare la storia presente.

Visto il tema di questo Napoli , che opinione hai della sempre crescente ibridazione del fumetto con altre forme di espressione artistica e comunicativa (cinema, TV, letteratura, teatro…)?
Credo semplicemente che nel fumetto l’importante sia raccontare. Il mezzo, semplice o ibridato che sia, dovrebbe essere sempre al servizio del racconto.

Vedi Napoli e poi…?
… vedi Napoli e poi vai a onorare il vulcano!

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su