Le uscite di Ottobre 2022 di Feltrinelli Comics

Le uscite di Ottobre 2022 di Feltrinelli Comics
Le graphic novel che troviamo in uscita questo mese per Feltrinelli Comics

Comunicato stampa

Guida per malvagi alieni su come fingersi un essere umano tutta la vita e farla franca_dawGuida per malvagi alieni su come fingersi un essere umano tutta la vita e farla franca
di Daw
Al fine di analizzare gli umani e le loro abitudini, una spedizione di creature venute dallo spazio rapisce Daw, esponente della misteriosa categoria dei fumettisti, per estrarne il vissuto e creare un database di storie. Ancora non lo sanno, ma l’impatto con i suoi ricordi sarà traumatizzante perfino per gli esseri più evoluti: scopriranno di quando, inavvertitamente, inciampò nel tappeto e cadde sulla tastiera di un computer, aprendo contro la sua volontà un sito porno; o di quella volta che, per non compiere il crimine contro la mascolinità di chiedere indicazioni stradali, rischiò la vita; o della sera in cui cenò con un gruppo di celebri fumettisti, miracolosamente sopravvissuti per raccontarlo.
Con un umorismo diretto, esplosivo e disarmante, Daw scardina i confini della comicità, mettendo alla berlina i comportamenti umani e riflettendo su temi importanti e profondi quali l’arte, la vita, il dramma di continuare a inciampare in quei maledetti tappeti.

paradise_dadoParadise
di Dado
Un libro in cui a narrare sono le immagini, una storia in cui i protagonisti non hanno voce, perduti in una landa devastata e senza più vita. Sullo sfondo di un futuro post-apocalittico, partono per un viaggio alla ricerca di un posto migliore, una terra leggendaria. Una salvezza, forse. 

in nomine zauker_pagani_caluriDon Zauker. In nomine Zauker
di e
Dopo aver sfruttato nei modi peggiori il potere conferitogli dalla tonaca, l’esorcista più malvagio, lussurioso e deprecabile della chiesa non poteva farsi mancare l’esperienza più estrema: la morte. La fine. Tutte le maggiori autorità religiose sono radunate intorno alla sua salma. Ma prima di esultare devono compiere un ultimo esorcismo, utile a far sì che la perfida anima di Zauker lo segua nell’aldilà, invece di restare a vagare per il mondo. A questo scopo devono distruggere un feticcio nel quale una suora, tanti anni prima, ha racchiuso l’anima del prete bambino. Perché sì, perfino Don Zauker ha avuto un’infanzia! La sua cattiveria affonda le radici in un piccolo villaggio del Kazakistan, dove si nasconde la spiegazione di molti misteri. E dove ci aspetta uno sconvolgente colpo di scena, tra presenze demoniache, false possessioni, manifestazioni negazioniste, merchandising religioso.

la gabbia_zicheLa gabbia
di
A soffrire si impara e l’infelicità è un’arte che si apprende fin da piccole, grazie all’insegnamento di chi ci ha precedute. Antenate, nonne, zie, prozie si snodano in una processione che arriva da lontano, ognuna con il proprio fardello, fino a chi ci è più vicino: la madre. Una madre svalutante e glaciale per Serena, protagonista di questa storia ispirata al vissuto dell’autrice. Alla ricerca di una forma di salvezza, Serena recide i legami con la famiglia, il passato, gli amici, il paese dell’infanzia pieno di ricordi. Fino a quando quella madre terribile muore e la figlia dopo una lunga assenza ritorna.
Senza perdere l’ironia e l’acume tipici del suo stile, Silvia Ziche si misura con il suo primo libro fuori dai confini dell’umorismo, condividendo una storia privata eppure capace di parlare a quella parte indifesa, nascosta in molte e molti di noi.

per amore di monnalisa_rizzo_bonaccorsoPer amore di Monna Lisa. Il più grande furto del XX secolo
di e
21 agosto 1911. Le sale del Louvre sono deserte. È lunedì, giorno di chiusura del museo. Nel silenzio, interrotto solo dal frusciare delle scope sul pavimento, un uomo dai folti baffi entra attraverso un ingresso riservato ai dipendenti, preleva con maestria uno dei quadri più importanti della Storia e si allontana indisturbato. È la vera, incredibile storia di Vincenzo Peruggia, l’uomo che rubò la Gioconda per portarla in Italia, il paese a cui riteneva che appartenesse. Il capolavoro di Leonardo fu ritrovato solo l’11 dicembre 1913, dopo oltre due anni di indagini. Il poeta Apollinaire e un giovane Picasso vennero accusati del furto, il direttore del museo fu pubblicamente umiliato e costretto a dimettersi, mentre Peruggia custodiva il dipinto sotto il letto, nel degrado dei quartieri in cui vivevano gli immigrati. Intrecciando la realtà all’immaginazione, Marco Rizzo e Lelio Bonaccorso raccontano una vicenda che fece grande scalpore all’epoca.

indaco_quasirossoIndaco
di Quasirosso
Una bambina piena di perché. Una coppia dalle notti tormentate. Una ragazza vestita solo di una lunga sciarpa. Un vecchio giocatore di carte che non riesce più a bofonchiare le sue imprecazioni. Un ragazzo che scarabocchia. Sei personaggi in cerca di Dio viaggiano in un piccolo van, ciascuno con il proprio segreto, verso una scoperta incredibile e spiazzante. Con il suo segno raffinato ed evocativo, Quasirosso racconta una nuova storia che incanta lo sguardo e gioca con realtà e fantasia, parlando delle nostre urgenze più profonde.

fumettibrutti_ogni giovedì una strisciaQuasi giovedì una striscia
di
Il mondo del fumetto è diventato più grande, da quando nel suo cielo splende la stella di Fumettibrutti, a indicare una strada a chi porta avanti battaglie per libertà e diritti ancora troppo spesso negati.
Scrittrice, illustratrice, artista dal segno unico e inconfondibile, l’autrice si è sempre messa in gioco in prima persona, trasformando il proprio vissuto in materiale narrativo attualissimo e universale. La sua trilogia di graphic novel (Romanzo esplicito, P. La mia  dolescenza trans e Anestesia) è già considerata un classico, un manifesto. Oggetto di culto, di studio e di amore. Tuttavia, rappresenta soltanto una parte di una vasta produzione, cominciata e cresciuta soprattutto in Rete, dove ogni giovedì Fumettibrutti pubblica una sua opera. Proprio dall’atteso appuntamento settimanale con i lettori nasce e prende il titolo questa preziosa antologia. Ad arricchirla, una storia inedita realizzata per l’occasione, ideale crocevia di tematiche e stili sviluppati in territori e formati differenti con forza, coerenza e coraggio unici.

ossitocina_giulio moscaOssitocina
di Giulio Mosca
Una coppia fin troppo consolidata tenta di rilanciare la relazione aprendo l’intimità ad altri partner. E così Alfonso e Martina devono confrontarsi con emozioni forti e primordiali, fra gelosia, paura e seduzione, sottoponendosi anche al giudizio delle persone che li circondano. Questo gioco li conduce lontano, fra ricordi e sogni, desideri e disillusioni. Quali sono le origini dell’amore? Cos’hanno in comune il legame con un genitore, una cotta giovanile, un rapporto sessuale e l’affetto per un animale domestico? Può esistere ancora, dopo tanti anni, una prospettiva inesplorata della propria “metà”? L’ossitocina che dà il titolo alla graphic novel è un ormone fondamentale nella gravidanza e nell’allattamento, capace anche di favorire l’empatia, la vicinanza, l’attrazione reciproca. Giulio Mosca torna a raccontare sentimenti generazionali e universali, indagando con romanticismo e insieme lucidità l’origine di quella “essenza” misteriosa che ci fa stare bene.

toffolo_anatomia di una adolescenzaAnatomia di una adolescenza
di

Nella collana Comics approda una rockstar del fumetto d’autore e della musica indie. Davide Toffolo, leader dei Tre Allegri Ragazzi Morti, esplora uno dei temi cardine della sua poetica: l’adolescenza, in un volume quadrato, come un disco, pieno di tavole ispirate e intense come canzoni. Una raccolta di materiale ancora attualissimo, originario dei primi anni della produzione di Toffolo, con una nuova cover inedita e un’appendice scritta appositamente dall’autore.

vita da soldatinen_taddei_spugnaVita da soldatinen
di
e Spugna
La guerra è bene, la guerra è tutto, e difendere il Vecchio Mondo contro i nemici è il più grande privilegio a cui possa ambire un soldato. Ma l’ubbidienza acritica non è un dono innato! Il Vecchio Mondo provvede a inocularla nei futuri combattenti ancora in fasce, tramite un’iniezione di fluido militarizzante. Peccato che il soldato Otto, per un disgustoso disguido, riceva la siringata nel punto sbagliato, e l’amore per la trincea non attecchisca a dovere nella sua tremebonda massa cerebrale. Otto diventa così il più vile dei vigliacchi nelle file guidate al Maresciallo Ferromarcio, e allo sprezzo del pericolo preferisce il disprezzo di se stesso, trascorrendo il tempo a pulire le latrine. Il suo sogno è unirsi, in un giorno da fi aba nera, alla sua amata Ursula, valchiria immaginaria da cui adora farsi umiliare. Ma più scansa la , più la battaglia infuria, e Otto si ritrova al centro di uno scontro con un inquietante avversario di cui nessuno sospettava l’esistenza!
Fra teatrini cronenberghiani, trincee bonviane, cozzare di armi e sferragliar di corazze, tornano gli autori della Quarta guerra mondiale con una nuova storia tragica e divertentissima, piena di invenzioni geniali, che mette alla berlina l’assurdità della guerra.

 

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *