NPE UNA VALLE

La Warner guarda a Spielberg e alle donne

La Warner guarda a Spielberg e alle donne
Spielberg, registe e sceneggiatrici nelle nuove mosse della Warner in questa puntata di Nuvole di Celluloide. Riflettori anche sull'animazione e altre news dai cinecomics.

, la Warner e Blackhawk

Tra le notizie più interessanti della settimana appena trascorsa, l’annuncio del coinvolgimento del regista Steven Spielberg nell’adattamento cinematografico di Blackhwak segna senz’altro più di un punto a favore della Warner Bros. nella (virtuale) sfida sui film tratti dai fumetti.
Per la major americana, legare il nome di un regista così acclamato, che da anni continua a mietere successi di critica e pubblico (come i recentissimi The Post e Ready Player One) a una properties DC Comics, è senz’altro una mossa affascinante e inaspettata, per molte ragioni.

Anche se Blackhawk non fa parte del vasto panorama di produzioni facenti parte dell’universo cinematografico DC Comics è comunque un progetto che, proprio per il nome chiamato a realizzarlo, può generare una serie di aspettative superiori a quelle di qualunque altro film targato sugli eroi della casa editrice, e questo nonostante il fatto che il fumetto creato da non sia propriamente uno dei più conosciuti.

Per Blackhawk ci potremmo trovare di fronte a una sorta di “nuovo ”, progetto minore rispetto agli altri film DC Comics e apparentemente slegato dalle pellicole principali, che sta pian piano generando un interesse sempre più forte nel vasto pubblico di appassionati, anche se resta da vedere effettivamente se Spielberg riuscirà a dirigere o meno questo adattamento.

blackhawk_-e1524304399559_Nuvole di celluloide
Il regista, dopo avere diretto lo scorso anno ben due pellicole in poco tempo, ha di recente annunciato altri due lungometraggi molto attesi, come il quinto capitolo della saga di Indiana Jones e il remake di West Side Story, di cui tra l’altro sono già da tempo iniziati i casting.

Come ha ricordato Josh Spiegel su The Hollywood Reporter, in un articolo dal singolare titolo “Spielberg ha bisogno di un film DC?“, l’autore di Salvate il soldato Ryan e Schinder’s List ha l’abitudine di annunciare, come d’altronde altri suoi colleghi (Guillermo Del Toro in primis) molti progetti che poi non si realizzano o comunque richiedono molto tempo per il loro sviluppo. E’ questo vero solo in parte, visto che Spielberg negli ultimi tempi (a parte Robocalypse e il sequel di Tintin) è riuscito comunque a lavorare su molti dei progetti annunciati in un breve lasso di tempo, dimostrando una professionalità davvero unica nel suo genere.

Al di là di questo, il film su Blackhawk affascina già di per sé in quanto potrebbe racchiudere al suo interno molti degli elementi e delle atmosfere già affrontati dal regista nella sua lunga carriera. La storia di un team di aviatori che affronta i nazisti è infatti quanto di più vicino ci possa essere alla visione cinematografica di Spielberg, visto che quest’ultimo non è nuovo al dramma del secondo conflitto mondiale e ha sempre dimostrato un grande amore per l’azione e l’avventura di stampo classico, anche in pellicole più recenti.

Questo progetto quindi, al di là del tempo che impiegherà per essere sviluppato e quindi vedere la luce sul grande schermo, è certamente uno dei più interessanti degli ultimi mesi, perché va oltre la semplice logica del franchise fine a se stesso, puntando anche sull’amore per il cinema che Spielberg è sempre riuscito a rappresentare.

Harley Quinn

La scelta di Cathy Yan come regista di uno dei film con protagonista nel ruolo di Harley Quinn, segna un cambiamento notevole per la Warner Bros., sempre più concentrata sulle figure registiche, e soprattutto nel volere valorizzare al massimo il talento delle donne.

In pochi giorni, infatti, sia questo progetto riguardante la villain facente parte del pantheon di Batman, sia l’adattamento cinematografico su , hanno visto il coinvolgimento di due figure come la Yan e soprattutto la sceneggiatrice Christina Hodson, che oltre a realizzare lo script sull’eroina DC Comics si occuperà proprio dello spin-off con Harley Quinn e il team delle Birds of Prey.
Se si pensa anche al fatto che, solo poche settimane fa, la regista Ava DuVernay era stata annunciata ufficialmente per l’adattamento sui Nuovi Dei, quella che ci si presenta davanti sembra una nuova strategia a lungo termine che potrebbe finalmente differenziare la Warner dai prodotti grazie a un tocco e a una visione differente nei rispettivi franchise.

Come abbiamo già sottolineato svariate volte, riguardo al campo della regia i Marvel Studios sono ancora molto indietro per quanto concerne le donne. Al momento attuale risulta essere l’unica figura femminile coinvolta in un progetto cinematografico, ovvero , anche se assieme al collaboratore di sempre Ryan Fleck.

Bisognerà aspettare ancora molto per vedere come questi progetti si concretizzeranno e se questa strategia, volta a dare più slancio ai registi, con una forte partecipazione dell’elemento femminile, lasceranno risultati positivi o meno. Nel momento in cui scriviamo, progetti come Shazam e sono ancora un enigma visivo e narrativo, così come lo sono i vari spin-off su Harley Quinn e il film di Batgirl. Ma gli annunci di queste ultime settimane, e di questi giorni, dimostrano che la Warner ha impresso una forte accelerazione. E’ quindi probabile che, nelle prossime settimane, sentiremo molte più notizie in merito.

Cannes e l’animazione

In vista del Festival del Cinema di Cannes sono partite nei giorni scorsi le manovre attorno a numerose pellicole di animazione che saranno poi presentate alla famosa kermesse.
Timeless Films ha acquisito i diritti globali del film di animazione Koati, che sarà doppiato e prodotto dalla star di Modern Family Sofia Vergara. Rodrigo Pérez Castro, story artist del recente Ferdinand, dirigerà il film, che è stato creato e prodotto da Anabella Sosa Dovarganes di Upstairs & Los Hijos de Jack Productions.

La Vergara parteciperà inoltre nel ruolo di produttore esecutivo in collaborazione con Luis Balaguer, Diego Urbano, Chris Zimmer, Jose Nacif, Melissa Escobar, Upstairs Productions, Latin WE e Timeless Films.
Il lungometraggio seguirà le vicende di tre improbabili eroi: un coati dallo spirito libero (un animale simile a un procione che vive principalmente nell’America centrale e meridionale), una farfalla senza paura e una rana iperattiva che intraprendono un’avventura per fermare un serpente corallo malvagio (Vergara) dal distruggere la loro patria e i loro amici.

koati-e1524300146958_Nuvole di celluloide

Continua la campagna promozionale dedicata all’atteso Deadpool 2. Nei giorni scorsi Twentieth Century Fox e Mike’s Hard Lemonade hanno annunciato di avere unito le forze a New York e Los Angeles per una partnership collegata al sequel sul mercenario Marvel, in uscita nelle sale USA il prossimo 17 maggio.
Questa partnership permetterà di portare il Sister Margaret’s School for Waysward Girls, il luogo di ritrovo preferito di Wade Wilson, alla vita, consentendo ai fan di piazzare le loro scommesse nella “Dead Pool”, giocare a biliardo e socializzare con i mercanari. Saranno serviti alcuni degli snack preferiti di Deadpool, tra cui le chimichangas di Los Angeles e la pizza di New York, oltre agli esclusivi sapori di Mikes Harder Deadpool 2.

Deadpool e Harder sono la combinazione perfetta: sono entrambi audaci, provocatori e assumono rischi senza rimorsi – ha affermato Sanjiv Gajiwala, Vicepresidente senior del settore Marketing di Mike’s Hard Lemonade. Proprio come Harder, Deadpool non vive solo in parte, vive pienamente.

Per celebrare ulteriormente la partnership, Mike’s Hard ha svelato 12 lattine griffat3 con la confezione da collezione Deadpool 2. L’azienda produttrice di bevande sta inoltre organizzando una lotteria per portare due fan a un viaggio interamente pagato per la premiere di Deadpool 2.

04_17mikeshard-e1524300220634_Nuvole di celluloide

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su