La poesia disegnata dell’Acchiapparane di Jeff Lemire

La poesia disegnata dell’Acchiapparane di Jeff Lemire
Bao pubblica una graphic novel di Jeff Lemire che si iscrive nel suo filone più lirico e intimista, quello a cui, da Essex County, l’autore spesso ritorna.

COVER L'ACCHIAPPARANEUn sogno, oppure un delirio. Questo raccontano le poco più di cento tavole de L’Acchiaparane di , una lieve, parca di parole che incarna perfettamente e abbraccia in sé stessa l’intera poetica dell’autore canadese.
Un protagonista unico che si moltiplica in più personaggi in uno dei momenti più significativi di una esistenza e che, in un viaggio che dal piano astrale diventa fisico, si accompagna e accompagna il lettore verso un finale aperto, anche circolare, il cui significato da un lato è palese, ma dall’altro viene lasciato alla sensibilità di ognuno.
C’è tutto Lemire in questa opera, abbiamo detto: la poesia, l’intimismo, il lirismo, la componente familiare (in questo caso fatta di rimorsi del protagonista), l’oniricità della vicenda che parte dal reale per tingersi di fantastico e l’autobiografia, perché come ricordato in chiusura del volume, lui stesso è stato un prodigioso acchiaparane nell’Essex County.

Anche le tavole seguono la cifra poetica che il fumettista riserva ai propri lavori di questo tipo, dedicate all’esplorazione dei sentimenti, delle vicende umane comuni, da lui elevate a narrazione fantastica. Le pagine sono un flusso di coscienza continuo, vignette uniche si alternano a gabbie più fitte, uno storyboard senza soluzione di continuità narrativa composto da un tratto nervoso, veloce, quasi drammaticamente doloroso nella sua estrema sintesi.
Le sequenze si srotolano in tavole che si compenetrano una nell’altra che, a volerle sfogliare velocemente come si faceva in alcuni giochi di bambini, si muovono per dare vita a una sequenzialità quasi animata.
Il bianco e nero, arricchito dai grigi dell’acquerello, è l’unico elemento che rimanda al sogno e quando il colore arriva lo fa per portare la realtà nel racconto e la sua durezza. Solo nel finale, facile da immaginarsi fin dalle prime pagine, il colore tinge la vicenda di toni di serenità, sia essa un nuovo inizio o un addio pacifico.

Abbiamo parlato di:
L’acchiapparane

Traduzione di
, 2021
112 pagine, cartonato, colori – 16,00 €
ISBN: 978-8832735642

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su