In arrivo “Basquiat. Graphic biography”

In arrivo “Basquiat. Graphic biography”
Dall'11 ottobre in libreria la graphic novel di Paolo Parisi sulla vita di Jean-Michel Basquiat, writer e pittore statunitense.

Comunicato stampa

Basquiat_Cover_Notizie La New York fra fine Settanta e primi Ottanta è un melting-pot esplosivo di creatività, ribellione, controcultura. Lo scenario è unico e senza mezzi termini: gli “american graffiti”, la musica post-punk, la frenesia dei night club della “grande mela”. Il mercato dell’arte contemporanea è all’apice, circondato da vite al limite, da uso di droghe, da grandi passioni e voglia di riscatto. Basquiat è dentro a tutto questo: dai graffiti su muro firmati con lo pseudonimo “SAMO” (Same old shit) alla pittura su tela come forma di affermazione sociale, attraverso l’uso feroce del colore e delle forme.

Il fare arte per Jean-Michel Basquiat può essere sintetizzato così, attraverso le sue stesse parole: pura improvvisazione, istinto, passione e violenza. L’errore più comune (e banale) è quello di non riuscire a intravedere una razionalità di fondo in nessuno di questi quattro sostantivi.

I 5 capitoli di questo fumetto hanno dei precisi legami con fatti e avvenimenti della vita di Basquiat:

“The Radiant Child” è il titolo di un articolo apparso sulla rivista Artforum nel dicembre 1981, a firma di Rene Ricard, artista e critico newyorkese. L’articolo diventa cruciale per la carriera del giovanissimo pittore di origine haitiana e pone i riflettori sulla sua prima produzione.

“New York/New Wave” è il titolo della storica mostra curata da Diego Cortez, sempre nel 1981, a febbraio. Per Basquiat è la prima collettiva importante, durante la quale alcuni galleristi, Annina Nosei in primis, riconoscono la sua forza.

“New Art/New Money” è il titolo invece di una copertina del New York Times Magazine del 10 febbraio 1985: Basquiat appare in un elegantissimo completo Armani color antracite, scalzo e sporco di acrilico.

“Andy Warhol” è dedicato al padre della Pop Art e alla sua breve relazione artistica con Basquiat. È impossibile pensare i due come entità separate, in vita e nella loro reciproca produzione artistica.

“Riding With Death” è il titolo di uno degli ultimi quadri di Basquiat apparsi poco prima che morisse, nel 1988. Il segno è scarno, semplice, feroce. Un cavaliere è al galoppo su uno scheletro, verso un finale prematuro purtroppo già drammaticamente scritto.

Basquiat_01_Notizie

 

“Questo lavoro si inserisce come un nuovo tassello su un percorso già segnato in precedenza da altri miei titoli. C’è un filo che unisce jazz, arte, pittura, metodo, improvvisazione, ritmo, rigore e spontaneità. Tutte le biografie che ho affrontato, questa compresa, raccontano questa connessione. Sottile, nuda e cruda, senza fronzoli, sintetica e vera come vita vissuta.”

L’AUTORE
Paolo Parisi è un illustratore e fumettista italiano. Con Coconino Press ha pubblicato Blues for Lady Day e Coltrane, due graphic novel biografiche dedicate a due “giganti” del jazz.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su