Il mercato virtuale di Cannes e l’animazione che verrà

Il mercato virtuale di Cannes e l’animazione che verrà
In questo appuntamento dedicato all'animazione, le novità in arrivo dal Festival di Cannes e uno sguardo ad altri progetti animati.

Cannes

Come avevamo anticipato nella precedente puntata di Nuvole di Celluloide, a Cannes iniziano a delinearsi le pellicole che costruiranno la prossima stagione cinematografica (nella speranza di una piena ripresa) e che le varie agenzie presenteranno ai distributori, anche se in maniera diversa per via dell’epidemia di Covid-19. Numerose sono infatti le pellicole di animazione che faranno parte del mercato virtuale, ma anche progetti basati sui fumetti come l’atteso dei Manetti Bros. Dopo alcune settimane di silenzio, tramite il mercato virtuale di Cannes scopriremo infatti su quali paesi punta per la distribuzione l’adattamento basato sul fumetto delle sorelle Giussani, e di cui è trapelato nei giorni scorsi una prima sinossi ufficiale.

Tra i progetti di animazione più interessanti, è da segnalare Dollhouse: The Eradication of Female Soggivity, un film animato satirico acquistato da Rock Salt Releasing, che punta proprio al mercato internazionale di Cannes, oltre a fare uscire il film negli Stati Uniti nel mese di agosto.

dollhouse
Relizzato dalla sceneggiatrice, regista e produttrice Nicole Brending, il film è uno sguardo caricaturale e senza filtri nel mondo del pop; protagonista è una cantante, Junie Spoon, la cui vita è un mix tra quella di Britney Spears e dell’attrice Lindsay Lohan, raccontata dai giornalisti dell’intrattenimento. Realizzato con l’utilizzo di burattini stilizzati per accentuare le ipocrisie della società moderna, il film narrerà la tumultuosa vita della protagonista: dalla perdita della sua verginità in un sex tape, ai matrimoni della durata di 24 ore a un rapimento in stile Patty Hearst fino a una rapina in banca e l’omicidio della madre.

Altro progetto da tenere d’occhio è The Inventor, film di animazione in stop-motion su Leonardo Da Vinci scritto e diretto da Jim Capobianco, sceneggiatore nominato all’Oscar per Ratatouille, che vedrà il coinvolgimento degli attori Daisy Ridley e Stephen Fry.
The Inventor seguirà la vita di Da Vinci mentre lascia l’Italia per unirsi alla corte francese dove può sperimentare liberamente, inventando congegni volanti, macchine incredibili e studiando il corpo umano. Con un budget di 10 milioni di dollari, è stato prodotto da Robert Rippberger e Capobianco con il produttore esecutivo Don Hahn. Le riprese sono previste per agosto 2021 con una uscita stimata per la primavera del 2023.

theinventor
Anticipato invece al Festival di Annecy e pronto per il mercato di Cannes è Lamya’s Poem, film d’animazione il cui cast vocale nella versione inglese comprende la presenza di Mena Massoud (Aladdin), Millie Davis (Wonder) e Faran Tahir (Iron Man).
Lamya’s Poem, realizzato con la classica animazione in 2D ma con all’interno anche elementi 3D, racconta la storia di una rifugiata siriana di 12 anni a cui è stato consegnato un libro di poesie del poeta persiano del 13° secolo Rumi. Mentre i pericoli del suo viaggio aumentano, il libro diventa una sorta di porta magica per la protagonista.

Tra i film americani che tentano invece la strada del genere supereroistico, senza però essere basati su alcuna properties, vi è il thriller Lazarus, che sarà presentato dalla Shoreline Entertainment.  Il film narra la storia di un vigilante con superpoteri che combatte un’organizzazione e cerca di liberare una città dall’oscurità. Diretto da RL Scott, vede nel cast Sean Riggs, Costas Mandylor e Mya.

Sempre appartenente al genere è il film indipendente The Hyperions, di cui Archstone Entertainment gestirà la vendita a Cannes. La pellicola è una action-comedy con protagonista l’attore Cary Elwes nel ruolo del Professor Ruckus Mandelbaum, che nel 1960 inventa il “distintivo Titan”, uno strumento che conferisce agli esseri umani superpoteri. Così facendo crea una insolita famiglia di supereroi che diventa famosa, anche se con il tempo i dissidi la portano a sciogliersi. Nel 1979, tuttavia, due dei supereroi originali fanno di tutto per recuperare il distintivo.

The Nazis, my Father and Me

Folivari, la società francese di Didier e Damien Brunner specializzata nel campo dell’animazione, ha annunciato nei giorni scorsi la collaborazione con Gaumont al film animato The Nazis, My Father and Me. Gaumont coprodurrà e distribuirà in Francia, oltre a gestire le vendite mondiali, questo thriller d’azione ambientato nell’ottobre 1941 a New York City, poche settimane prima che gli Stati Uniti entrassero nella Seconda Guerra Mondiale in seguito all’attacco giapponese a Pearl Harbor.
Il film narra di Stevie, un dodicenne molto intelligente che vede suo padre scomparire proprio davanti ai suoi occhi e si mette alla sua ricerca per rintracciarlo, minacciato da criminali nazisti e incerto sul fatto che suo padre possa essere anche lui una spia nazista, In questa avventura viene aiutato da Miriam, una sua compagna di classe ebrea scappata negli Stati Uniti dall’Europa ormai in mano ai nazisti.
La pellicola, debutto alla regia di Remy Schaepman, vede il coinvolgimento di Peter de Sève, famoso per i suoi disegni delle copertina del New Yorker, e segna il primo passo di Folivari verso un pubblico più ampio rispetto al passato. Sarà girata con animazione in 2D, anche se gli sfondi saranno realizzati con l’ausilio della Computer Grafica.

nazismyfatherandme

Skullkickers

Copernicus Studios Inc. ha annunciato nei giorni scorsi un accordo di sviluppo con Jim Zub per adattare la serie a fumetti Skullkickers, scritta dallo stesso Zub e illustrata da Edwin Huang e Chris Stevens, in uno show animato.

La richiesta di contenuti animati per adulti è in aumento – ha affermato Paul Rigg, Presidente di Copernicus Studios – Negli ultimi anni abbiamo visto aumentare la popolarità di cartoni e altri contenuti per un pubblico maturo in Nord America. Show come Castlevania, Primal di Genndy Tartakovsky e Rick e Morty stanno attirando l’attenzione per una buona ragione. È un grande momento per lasciare il segno in questo spazio.

Skullkickers è una versione sarcastica di storie di cappa, spada e stregoneria, e racconta le avventure di un trio di mercenari che uccidono mostri e causano caos nella loro ricerca di denaro, fama e avventura. La serie è stata pubblicata per la prima volta da Image Comics nel 2010 e ha costruito un seguito fedele negli ultimi dieci anni, insieme al crescente interesse per l’intrattenimento basato sulla genere Fantasy.

skullkickers

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su