Il meglio del 2020 a fumetti per la redazione de Lo Spazio Bianco

Il meglio del 2020 a fumetti per la redazione de Lo Spazio Bianco

TributoAllaTerraCover

I MIGLIORI FUMETTI DEL 2020 PER GIOVANNI DACÒ

  • Tributo alla Terra di Joe Sacco (Rizzoli Lizard)
    si conferma il maestro del graphic journalism, nonchè abilissimo narratore. Un libro da distribuire ai ragazzi, nelle scuole, per farli pensare al futuro.
  • Celestia vol. 1 e 2 di ()
    Un’opera d’arte a fumetti. Ciascuna vignetta un dipinto all’acquerello.
  • Le Storie Bonelli #969798 – Legs Weaver di , , Francesca Palomba e altri (Sergio Bonelli Editore)
    Il ritorno di Legs da protagonista non può passare inosservato, soprattutto se il burattinaio è Antonio Serra. I vecchi fan saranno contenti. 

Menzione d’onore: La buona Novella di Paolo Castaldi (Feltrinelli Comics)
Difficile scomodare un mostro sacro come Fabrizio De Andrè. lo fa con un gusto poetico superiore. Il libro rende ancora più attuale il messaggio del celebre concept album, che già di per sé travalica i secoli. Una storia senza tempo e non etichettabile contro abusi di potere, prevaricazioni, soprusi delle autorità. Un inno all’egalitarismo e alla fratellanza universale.

MaryShelleyCover

I MIGLIORI FUMETTI DEL 2020 PER LORENZO BARBERIS

  • Mary Shelley. L’eterno sogno di Manuela Santoni e Alessandro Di Virgilio (Beccogiallo)
    Una notevole biografia letteraria che riesce a far cogliere, tramite la narrazione e il disegno, ciò che sta dietro alla creazione di un capolavoro come il Frankenstein
  • La bomba di Alcante, Laurent-Frédéric Bollée e Denis Rodier (L’Ippocampo Edizioni)
    Un grandioso affresco storico del processo che porta alla creazione dell’arma nucleare, in un fumetto corale che riesce a mostrare moltissime sfaccettature di un grande dramma storico in un quadro unitario di forte potenza drammatica.
  • Terranera di Lorenzo Palloni e Martoz (Feltrinelli Comics)
    realizza un coinvolgente noir dal forte tema di impegno sociale sull’orrore dello sfruttamento dei migranti, che Martoz disegna con una efficacissima sintesi nel suo stile quasi cubista.

Menzione d’onore: Italo di Vincenzo Filosa (Rizzoli Lizard, Dicembre 2019)
Una graffiante autobiografia, con raffinate sperimentazioni nel montaggio di tavola e appropriate citazioni fumettistiche, che diviene anche un perfetto ritratto della crisi di una nazione e del dilagare delle droghe e delle dipendenze.

SupermanUpIntheSky

I MIGLIORI FUMETTI DEL 2020 PER PAOLO GARRONE

  • Superman: Su nel cielo di Tom King e Andy Kubert (Panini Comics)
    Superman non può salvare tutti, ma proverà a salvare chiunque. Tom King e Andy Kubert ci spiegano con una storia avvincente e commovente le motivazioni interiori di Superman, e cosa lo spinge ad agire come agisce. Non siete di buon cuore se non vi commuovete all’ultima pagina.
  • Il  Nuovo Mondo di Ales Kot e Tradd Moore (saldaPress)
    Romeo e Giulietta in salsa distopica: romanticismo violento. Disegni al fulmicotone di un astro nascente che, è facile prevedere, brillerà a lungo.
  • Fire Power di Robert Kirkman e Chris Samnee (saldaPress)
    I film di Tarantino su carta, con tante arti marziali. Dinamicamente brillante. non smentisce il suo eclettismo (si guardi alla varietà dei generi che ha affrontato); Chris Samnee in gran forma ai disegni. Un romanzo di formazione tutt’altro che scontato.

Menzione d’onore: Stray Bullets di David Lapham (Editoriale Cosmo)
Con grande lungimiranza, Editoriale Cosmo riporta in edizione cronologica e relativamente economica, uno dei migliori crime comics a fumetti di tutti i tempi, candidato a numerosi premi, che offre uno strepitoso bianco e n… oir così pulp che più pulp non si può.

tex-inesorabile

I MIGLIORI FUMETTI DEL 2020 PER EMANUELE EMMA

  • Superman: Su nel cielo di Tom King e Andy Kubert (Panini Comics)
    L’archetipo del supereroe per eccellenza è anche quello che, nel corso degli anni, è stato più vittima di pregiudizi: troppo forte, troppo perfettino, troppo alieno. Impossibile appassionarsi ad un personaggio simile. Tom KingAndy Kubert con Superman: Su nel cielo, miniserie di 6 numeri ideata per i 100 Page Giant della catena di negozi Walmart, vanno a scardinare una ad una queste false credenze sulla falsariga di quanto fatto da con il suo All Star Superman. Proponendo una trama tutto sommato basilare – il rapimento di una bambina e annesso viaggio dell’eroe per salvarla – nei 12 capitoli che compongono la saga l’ex sceneggiatore di Batman prende in esame tutto ciò che davvero caratterizza l’animo di Superman e ciò che lo rende un uomo prima ancora che un superuomo: la sua forza di volontà, i suoi desideri (anche quelli più scherzosi o “banali”), il suo rapporto con Lois Lane e con… Clark Kent. Up  in the sky è una storia delicata, commovente, ma anche l’entry-point perfetto per appassionarsi e (ri)scoprire davvero di che pasta è fatto Superman.
  • Tex l’inesorabile & Tex la vendetta delle ombre di Mauro Boselli, Claudio Villa e Massimo Carnevale (Sergio Bonelli Editore)
    Lo speciale di Tex, amichevolmente noto come Texone, è da sempre l’appuntamento annuale fisso per gli appassionati del ranger ideato da G.L. Bonelli ma anche per gli appassionati di fumetti in generale, vista la sua natura caleidoscopica nel proporre maestri italiani ed internazionali alle matite. Quest’anno, complice una storia attesa per ben 17 anni, la collana ha visto raddoppiare il numero delle uscite, con un volume ad opera di Claudio Villa, l’altro appannaggio di Massimo Carnevale – entrambi però sceneggiati da Mauro Boselli. Due maestri per due stili agli antipodi, cosi come lo sono le vicende imbastite dal curatore del personaggio: dal sapore classico quella cucita intorno al copertinista del ranger, inquietante e a tinte horror quella al servizio dei neri e del tratteggio dell’artista romanoI Texoni, anche in questo 2020, si confermano come acquisti imprescindibili per gli amanti della nona arte.
  • Lettere a me stessa – Dopo la mia prima volta di Kabi Nagata (J-Pop)
    Sequel de La mia prima volta, manga autobiografico circa la scoperta della propria sessualità e del tentativo di riempire i vuoti della propria vita, Kabi Nagatacon questo Lettere a me stessa va a riflettere su temi quali la solitudine e l’inadeguatezza. I toni soffocanti del racconto vengono attenuati sia da un’autoironia che pervade tutto il volume, sia dai disegni, stilizzati e ammorbiditi da un tono di rosa che va ad “addolcire” oltre che le matite anche la fabula; nonostante il senso di oppressione, il messaggio di accettazione della propria unicità, il prendersi cura di sé stessi volendosì bene, lascia trasparire una positività necessaria tanto all’autrice quanto al lettore, chiunque esso sia.

Menzione d’onore: Slam Dunk di Takehiko Inoue (Panini Planet Manga)
Torna in una nuova edizione uno degli spokon più importanti della storia del manga: gag, teppismo, botte e tanto basket in quello che è un romanzo di formazione sotto mentite spoglie. Proprio come Hanamichi Sakuragi vi innamorerete della pallacanestro in un crescendo di emozioni e godendovi il percorso di maturazione di un autore significativo come .

 

Pagine: 1 2 3 4 5 6

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *