Il leggendario inchiostratore Joe Sinnott annuncia il suo ritiro

Il leggendario inchiostratore Joe Sinnott annuncia il suo ritiro
Joe Sinnott, leggendario inchiostratore della Marvel Comics, ha annunciato il suo ritiro dal mondo del fumetto. L'ultimo lavoro di Sinnott è stata la striscia domenicale finale della strip di "Amazing Spider-Man" del 17 marzo 2019.

Joe Sinnott, leggendario fumettista della eletto alla Will Eisner Hall of Fame nel 2013, ha annunciato il suo ritiro dai fumetti con l’uscita il 17 marzo dell’ultima striscia domenicale di Amazing Spider-Man, che Sinnott inchiostra dal 1992.

Con questa striscia finale (Alex Saviuk ha curato matite e inchiostri della strip quotidiana insieme allo scrittore Roy Thomas, che si concluderà anch’essa il 23 marzo, con un nuovo team creativo che potrebbe rilanciarla in futuro), il 92enne l’artista termina la sua collaborazione con la Casa delle Idee, dove ha lavorato in un modo o nell’altro per ben 69 anni.

Joe-Sinnott_01_Notizie

L’ultima striscia domenicale dell’attuale team creativo è stata pubblicata sulla pagina Facebook di Joe Sinnott, insieme a una nota: “Oggi onoriamo Spidey con l’ultima striscia domenicale di Spider-Man! Grazie Stan, per tutti i bei ricordi.” NUFF SAID! (Stan Lee, Roy Thomas, Alex Saviuk, Joe Sinnott, Janice Chiang)
Il figlio di Sinnott, Belmark Sinnott, ha risposto al post annunciando il ritiro del padre.

«Mio padre, Joltin ‘Joe vuole ringraziare tutti i fan per il loro sostegno alla striscia di Spidey nel corso degli anni.Ora, a 92 anni e avendo lavorato per la Marvel per 69 anni, Joe può finalmente dire che è “ufficialmente” in pensione. Che bella corsa, papà!
Dobbiamo ringraziare i seguenti creatori per il loro lavoro sulla striscia di Spidey che hanno accompagnato Joe durante questi incredibili 27 anni: Stan Lee e Roy Thomas, che hanno reso tutto questo possibile; i letteristi Stan Sakai e Janice Chiang; i disegnatori Larry Lieber, Ron Frenz, Paul Ryan, Sal Buscema, Fred Kida, e per gli ultimi 22 anni,  Alex Saviuk.
Grazie anche agli inchiostratori che hanno sostituito Joe di tanto in tanto: Jim Amash, Terry Austin , Bob Wiacek, Mark Sinnott, Belinda Sinnott, Tim Estiloz e Jim Tournas.
Grazie per aver fatto in modo che Spidey abbia avuto un bell’aspetto in tutti questi anni.
Papà, ti voglio bene!
Mark (tuo figlio e il tuo più grande fan)»

Joe Sinnott iniziò come assistente non accreditato del disegnatore Tom Gill (Sinnott disegnava le figure e lo sfondo e poi Gill si occupava dei volti dei personaggi). Successivamente, Sinnott chiese a Stan Lee, allora redattore capo della Atlas Comics, di affidargli qualche lavoro, contando sul fatto che Gill era uno degli artisti regolarmente al lavoro per la casa editrice. Sinnott disegnò così per la Atlas per i successivi dieci anni.

JoeSinnott_JackKirby_Notizie
Il primo incontro tra Joe Sinnott (sinistra) e Jack Kirby, durante la New York Comic Art Convention del 1972. I due non si erano mai parlati, nè di persona nè al telefono: Stan Lee spediva a Sinnott le tavole di Kirby da inchiostrare. Sinnott e Kirby si incontrarono soltanto altre due volte, dopo questo primo incontro.

Negli anni ’60, Sinnott lavorò principalmente come inchiostratore, ma disegnando ancora fumetti, tra cui cinque delle prime avventure di Thor su Journey Into Mystery. Eppure, è stato il suo lavoro come inchiostratore a renderlo una leggenda. Sinnott ha inchiostrato Jack Kirby e Jim Steranko su Capitan America, ma il fumetto a cui il nome di Sinnott fu maggiormente associato in questo periodo è chiaramente i Fantastici Quattro.
A partire da Fantastic Four #44, Sinnott inchiostrò le matite di Kirby sulla serie, continuando poi a inchiostrare (o a rifinire i disegni) i successori del Re sul Quartetto fino agli anni ’80: nomi come John Romita, John Buscema, George Perez, Rich Buckler, John Byrne e Bill Sienkiewicz.
Sinnott si spostò poi sulle testate Avengers e West Coast Avengers, completando i disegni di Al Milgrom prima di trasferirsi su Thor, dove si occupò di rifinire i disegni di Ron Frenz per le storie sceneggiate da Tom DeFalco. Fu questo l’ultimo incarico regolare di Sinnott nel fumetto, prima del suo lavoro d’inchiostrazione sulla striscia domenicale di Amazing Spider-Man.

Stan Lee una volta ha detto di Sinnott  (Brush Strokes with Greatness: The Life & Art di Joe Sinnott, Tim Lasiuta, Two Morrows 2007):

«I disegnatori mi scagliavano contro ogni genere di terribile minaccia se non avessi assicurato loro che Joe, e solo Joe, avrebbe inchiostrato le loro pagine. Sapevo che non potevo soddisfare tutti e dovevo riservare per lui solo le testate più importanti. Per la maggior parte dei disegnatori, essere inchiostrati da Joe Sinnott era come ricevere il premio più ambito.»

Fonte originale: CBR.com

 

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su