Il cerchio di ferro (Casarini, Perlina)

Il cerchio di ferro (Casarini, Perlina)
La graphic novel di Amianto Comics unisce i classici elementi hard boiled e fantasy attingendo a piene mani da Sin City e Hellboy.

CerchioFerro_CopertinaJacob Laminski è un pittore, un reduce della , un insonne che può dormire solo grazie alla magia di Yzmira. Il rapimento della figlia della strega lo trascina in una avventura che mescola hard boiled e elementi esoterici, sullo sfondo della Los Angeles degli anni ’50.
L’obbiettivo di di fare che affondino le mani nella letteratura di genere prende una forma solida e convincente in questo lavoro di Jordan Casarini e Simone Perlina. lineare si poggia su dialoghi concisi e taglienti che delineano personaggi ruvidi e tormentati. In particolare il protagonista è una tipica figura pulp, tormentata e senza pace, che rivive i traumi del conflitto vissuto e dell’incontro con il paranormale. Le chiare ispirazioni del fumetto, in particolare e , accomunano i due autori.
Lo stile di Perlina (in cui emerge anche l’influenza di ), fatto di linee geometriche, bianchi e neri netti, chiaroscuri che dividono ombre e luci, crea una suggestiva ambientazione sospesa tra incubo e realtà.
Pur non reinventando il genere e inserendosi in un filone ben codificato, Il cerchio di ferro è una graphic novel d’esordio ben fatta che presenta due autori dalla buona personalità.

 

Abbiamo parlato di:
Il cerchio di ferro
Jordan Casarini, Simone Perlina
Amianto Comics, 2019
130 pagine, brossurato, bianco e nero – 10,00 €
ISBN: 9788894254952

CerchioFerro_07

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su