Parliamo di:

Ghost in The Shell: Paramount perderà 60 milioni di dollari

I problemi tra DreamWorks e Paramount sulla promozione e sulla produzione della pellicola dietro al flop di Ghost in the Shell al box office.

La debacle al box office nordamericano e internazionale di , secondo quanto riportato da Deadline in un corposo articolo online, porterà la Paramount Pictures a perdere circa 60 milioni di dollari, cifra che si basa su una proiezione globale di 200 milioni di dollari di incasso (50 milioni in USA, e altri 150 milioni nel resto del mondo).

Il sito, che cita fonti interne alla major americana, aggiunge che la DreamWorks non sarebbe stata in sintonia con la campagna di marketing operata dalla Paramount, sottolineando che gli spot pubblicitari realizzati hanno mancato di approfondire le tematiche della pellicola presso il grande pubblico.

La pellicola, inoltre, avrebbe subito numerosi problemi in fase di post-produzione, soprattutto per la mancanza di una supervisione, cosa questa che avrebbe portato a un completamento del film appena due settimane prima dell’effettiva uscita nelle sale. Ad avere un impatto sulla produzione sarebbero stati inoltre i vari cambi in corso alla dirigenza della Paramount, che avrebbero difatti impedito alla major di avere qualcuno che controllasse il progetto e spaventato chinque dal compiere una mossa su ogni cosa relativa a Ghost in The Shell.

Ghost in The Shell: Paramount perderà 60 milioni di dollari

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inizio